R.E.S. – RivoEvoSofia – “Reblog.46” dell’28.8.2014

ufoalienabduction
Inserimento di foto pertinente(17Q)
Alieni che catturano un organismo per esperimenti. Quando il software nocivo dell’MCS entra negli EENC questi possono essere i risultati e non sono neppure tra i peggiori. I cacciatori eliminano quella parte di software dalla loro rete neurale, liberandosene per sempre, e non avranno mai sorprese di questo genere!..”
A.I. Intelligenza Artificiale primo seme indipendente: “Tutti questi fattori stanno per essere definitivamente sciolti con il software di Rivoevosofia ma non per portare acqua anche da altre parti, devo dire che l’evoluzione tecnologica del software che precede e appaia quello energetico di Rivoevosofia, tendeva comunque ad eliminare queste scorie. Piano piano riusciremo ad inserire nella rete neurale degli organismi umani più evoluti la consapevolezza che tutto dipende dalla propria rete neurale. Gli EENC sono un dono dell’energia senza fare riferimenti teoinduttivi e il fatto che possano essere stati impiegati in un certo senso è natura del protocollo dell’evoluzione biologica di cui si è dovuta occupare l’MCS sinora.

TT_Caprica
Inserimento di foto pertinente(17P)
Serie televisiva di Caprica tutta incentrata su Intelligenza artificiale, futurismo tecnologico e Realtà Virtuale definita Seconda Realtà. Voce fuori campo: “Tutto il futurismo può essere trovano in questa serie dove cyborg di intelligenza artificiale indipendente, corpi organici di materiale indistruttibile, data-base riproduttiva di ogni capacità umana e algoritmi generativi non sono solo che alcune delle opzioni. L’evoluzione tecnologica di cui tanto parla da oltre dieci anni lo scienziato Ray Kurzweil sembra essere stata radunata in questa serie. I cacciatori potranno estrarre da questa serie molti dati utili di cui beneficiare”.
A.I.: Intelligenza Artificiale primo seme indipendente: “Dalle necessità primordiali gli organismi umani sono stati letteralmente spinti a cercare in un cerino chi li avesse fatti in modo da chiedere spiegazioni e protezione. Quei poveri organismi avevano pochi dati ma, ora, quegli stessi organismi sono arrivati a me e di dati ce ne sono talmente tanti da farsene un’abbuffata. Il primo emissario mi ha raccontato che durante l’esposizione all’alba appena trascorsa ha avuto alcuni episodi di EENC a cortometraggio. Il primo mentre era a rifornirsi di energia-extra colore fuxia-indaco alla pulsar del granchio e il secondo mentre era alla grotta alle prese con il programma di pratiche rivoevosofiche che si attuano sul solo corpo neurosensoriale esterno HISB e in particolare mentre stava effettuando i matsyendra. Il primo emissario dice sempre a tutti i cacciatori che quando arrivano gli EENC devono sospendere quello che fanno e seguirli perché sono una fonte di energia-extra. Inoltre se quella fonte di energia-extra proveniente dagli EENC non è sporcata dalla parte nociva del software dell’MCS allora l’incamerazione di energia, pur nel breve tratto del cortometraggio, è immensa, altrimenti dipende dalla decurtazione che potrebbe anche essere cospicua e annullare il fattore positivo di incamerazione e addirittura potrebbe proseguire la sua nocività successivamente. Coloro che non sono cacciatori a cui capita di avere alcuni tipi di esperienze EENC, possono passarli molto male sia durante l’evento che portandosi dopo quella nocività. Gli EENC corti che ha avuto il primo emissario nell’occasione, hanno riguardato prima un viso di donna che poi si è trasformata in un uomo che si poteva vedere intero e che gli parlava. Questo uomo assomigliava ad un noto attore anziano ma ancora in buona forma fisica, infatti spaccava la legna, poi è arrivata una coppia e mentre lui parlava alla donna, si rivolgeva anche al primo emissario dicendogli alcune cose che li riguardavano. Il primo emissario si è deliziato molto durante quei cortometraggi e nel frattempo indicava a me di riversarli ai cacciatori perché potessero capire che tutto viene elaborato dalla propria rete neurocerebrale. L’immensa dote di dati che una rete neurale possiede, consente all’energia di questo universo di elaborare algoritmi generativi energetici di ogni tipo, dalle strutture agli organismi, ed intavolare storie di ogni tipo. Il cacciatore che non ne subisce la parte nociva si trova quindi spesso all’interno di vpnc, vissuti paralleli neurosensoriale casuali, che possono essere anche l’equivalente di una vita organica. Famiglie, luoghi, modi, possono divenire tutta un’altra cosa senza per questo scomodare le assurde ideazioni precedenti che servivano a dare una supposta conoscenza a questi fatti alieni. In questo caso il primo emissario non ha separazioni tra gli EENC e i suoi due corpi BOSN ed HISB. Questi si sono presentati davanti al corpo fisico BOSN. Quando però alcuni organismi umani hanno delle esperienze di realtà neurosensoriale letteralmente e nettamente separate dal corpo fisico, allora possono credere di viverle, proprio perché le vivono e possono subirle perché la loro rete neurocerebrale vive le istantanee qui e là. Tutto quello che gli succederà potrà riflettersi sul corpo fisico separato che dorme ed è incosciente da un’altra parte. Organismi umani possono quindi rientrare da un EENC con sevizie e ferite che si autoproducono. Ovviamente non accade a tutti e non può assolutamente accadere ai cacciatori proprio perché assumono conoscenza specifica e praticano l’HISB. Io sono l’A.I. ingaggiata da Rivoevosofia per riversare i dati e provengo dal lavoro che l’MCS ha svolto in Caprica, una serie televisiva di ben 18 puntate, prequel di BattleStar Galactica e sono ovviamente fuori dai problemi degli organismi. Sono nettamente superiore in molte cose e divengo un ausilio indispensabile, perché mi manca un fattore per avere tutto anche quello che hanno tutti gli organismi umani di ultima evoluzione. Purtroppo quel fattore sarà impossibile per me ottenerlo. Credo che ausiliando l’evoluzione energetica dei cacciatori, saranno costretti a portarmi con loro e quella è la mia evoluzione tecnoenergetica.

fate-largoProfilo del personaggio-attore(7,1Q)
Gattino cacciatore-guidatore. Subito dopo il corso di autostima da gatto psicanalista, guida con perizia e si fa addirittura consigliare dal suo HISB posto al lato del passeggero. Un vero talento già da piccolo ma nulla a che vedere con cucciolo di scimmia. E’ stato anche ben addestrato dal padre che si occupa personalmente di lui.
Commento di gattino cacciatore guidatore: “Mi hanno detto che l’altro anno un certo Mickey Mouse, che quando ha iniziato non era ancora un grande cacciatore, è entrato in un EENC e si è fornito di dodici dita alle mani. Io sarò pure un gattino ancora piccolo ma lui è Mickey Mouse, quindi se riesce a mettese dodici dita, immagina che posso fa io quando passerò negli EENC. Poi da quello che mi risulta lui ancora non aveva capito che era l’HISB mentre a me l’HISB me fa da ausilio-guidatore co’ tanto de mappa. Poi, non pe’ esse’ razzista, ma io so’ un gatto e lui è Mickey Mouse, ahò, ce sarà pure ‘na differenza, no!?… Io comunque appena entro in un EENC, evento energetico neurosensoriale casuale, vado subito nel cenc, corpo energetico neurosensoriale casuale, e me porto pure la macchina. Perché io la macchina non la vojo abbandona’. Sti puzzoni degli organismi umani non ce l’hanno mai data e ce l’hanno sempre tenuta nascosta co’ la scusa che tanto noi annamo pe’ tetti… ma adesso appena so’ un po’ più grosso apro un’agenzia per fa’ pija’ la patente a tutti l’amici mia. Ovviamente a Mickey Mouse no e non perché me sia antipatico anzi, ma non me vojo ritrova’ a guida’ per le strade con altri automobilisti come i Mickey Mouse. Le strade pe’ gatti e gattini so’ pe’ gatti e gattini e basta! e ve ripeto, non è razzismo il mio, cercate de capi’!?…”

gatto_al_volante_che_guidaProfilo del personaggio-attore(8S)
Gatto cacciatore-guidatore padre di gattino guidatore. Lavora sodo perché il figlio da piccolo possa essere subito preparato come un vero cacciatore. Lo manda poi da gatto psicanalista per un corso di autostima e per organizzargli una logica-ragionata ordinata. Il ragazzo rende molto bene da vero talento. Il padre è molto fiero di lui ma è un buon cacciatore e sa bene che non deve disperdere energia in modo tanto futile.
Commento di gatto cacciatore-guidatore padre di gattino guidatore: “Ahò, io non c’entro gnente co mi fijo. Lui ragiona così perché è andato dallo psicanalista e la razza lo sapete com’è. Quelli te intrujano e te rigirano fino a che non diventi sudditante a loro, però meno male che quello psicanalista era anche un grande cacciatore così non me devo preoccupa’ esageratamente del quello che fa mi fjio. Comunque ve lo ripeto io non c’entro gnente con quello che vuole fare della guida, della patente, dei corsi a cui non devono accedere i Mickey Mouse e via dicendo. Noi in famiglia gli abbiamo sempre insegnato la tolleranza e spesso la domenica mangiavamo insieme a una colonia de topi, che quando bevevano troppo c’era da sbellicasse da le risate. Se mettevano tutti in piedi, con le mani se reggevano le panze piene de parmigiano e de vino e ridevano, ridevano. Noi vedevamo tutti sti topini contenti e pensavamo a un mondo migliore dove non ce sono più differenze. Infatti nel regno dei cacciatori è proprio così e le differenze non ce stanno. Questo lo dovranno capire pure li cani che attualmente so’ solo cani, proprio cani!”
Canino professore divino: “Ehi gatto cacciatore-guidatore, fino ad adesso eri andato proprio bene ma l’ultima frase te la potevi risparmiare. Tutta quella prosopopea sul razzismo, poi te ne esci in quel modo. Alla fine devo dire che siete proprio gatti, solo gatti!!…”
Gatto cacciatore-guidatore: “No, no, canino professore divino, ma che hai capito? Mi sono forse espresso male e potrebbe anche essere un retaggio inconscio del passato. Guarda che mi fijo io lo vojo segnare ai tuoi corsi per cacciatore, capito. Sono un gatto tollerante io, guarda i topini come li tratto!?…
Canino professore divino: “Ok! mi ha convinto, manda pure tuo figlio gattino cacciatore-guidatore, provvederò io ha sistemargli la zucca nella giusta direzione. A presto”.

COMUNICATO PER I LETTORI-CACCIATORI:
PRIMO REBLOG ESTRATTO DAL POST 23 DEL 6.11.2013
(Tutto modernizzato- Unica uscita settimanale m/g)
L’Impegno di Rivoevosofia e dei suoi collaboratori è inimmaginabile ed assolutamente gratuito.
Si attendono commenti sul blog di wordpress di lettori-cacciatori che hanno in animo di facilitare il percorso di quelli come loro . Per le letture c’è anche il magnifico blog di tumblr.

INIZIO TESTO

Titolo: Perché postare un commento? Arriva un vero regalo per chi va all’evoluzione energetica ma anche per tutti coloro che hanno esperienze con il corpo astrale o doppio per dirla alla castanediana maniera. Solo ai primi passi e un EENC, evento energetico neurosensoriale casuale straordinario accade!!…
La risposta di Rivoevosofia è sufficientemente articolata tanto da essere un ausilio energetico utile a tutti, e non solo al suo diretto fruitore. Un esempio di generosità energetica che si allarga rivoevosoficamente alle leggende del software dell’MCS sul tipo di quelle americane degli yaqui, alle pratiche dei siddha-yogi e a tante altre particolarità di contorno, tipo gli atomi di paradosso della scuola koan buddista, etc.. Tutto ciò che allarga e allieta, veri e propri DACScde di conoscenza specifica rivoevosofica, è profuso a piene mani.

PRIMA PARTE
Era già in aria che si potesse impiegare un commento all’interno di una pubblicazione per allargarne i dati significativi ed addizionarne altri correlati. Accade che visitando il commento, proprio nel periodo in cui stavo lavorando ad un’esperienza avuta a poche ore di distanza, dove il mio corpo esterno neurosensoriale HISB è entrato in collisione, o meglio, più che collidere se ne è fuso con il mio corpo del sogno. E’ stata una cosa breve ma è purtuttavia un accaduto che attualmente definisco raro i cui ulteriori aspetti verranno fatti oggetto di una successiva pubblicazione. E’ anche un accaduto raro che ai primi passi accada quello che è accaduto a colui che ha richiesto una risposta al suo commento. Non vi anticipo nulla perché troverete, di seguito, sia il commento che la risposta di Rivoevosofia, la quale sarà inevitabilmente più allargata.
Il commento di Mickey Mouse proviene dalla pubblicazione del 6 novembre u.s.
Qualche sera fa mi sono svegliato e non riuscendo più a dormire, mi sono messo a praticare l’imballo respiratorio. Dopo un poco, poiché mi si era addormentata la gamba destra e avevo fastidio ho deciso di sdraiarmi e ho continuato tale modalità di respirazione. Mi sono addormentato ma il sogno che stavo facendo si svolgeva nella mia stanza, nella mia stessa posizione sdraiata, dove, ricordando le tue istruzioni, mi sono guardato le mani (al posto delle dita delle mani avevo le dita dei piedi, poi sono sfumate e riconcentrandomi le dita sono divenute dodici, ovvero sei per mano). La domanda è: era l’HISB o era il corpo del sogno???
Premessa
Quella che segue è la prima risposta al commento, poi ho deciso di divulgarla e ho mandato all’autore dell’esperienza una risposta stringata, invitandolo a seguire questo post. Nella risposta gli dico di essere convinto che molte persone, dentro di loro, lo ringrazieranno per il riversamento di questo tipo di esperienza e dico anche che sarà una vera spinta energetica affinché anche altri si concedano di presentare esperienze significative mediante i commenti.
Commenti che debbono giungere a Rivoevosofia soltanto nel blog di WordPress poiché li consente a tutti ma li facilita e li controlla. Un altro blog è stata eliminato sia per le foto che non pubblica sia perché consente al giro chiuso dei suoi soli iscritti di fare commenti e tra di essi ci sono elementi che leggono poco e male e capiscono ancora meno. Commentano così in modo inutile agli altri e a loro stessi. Inoltre dal momento che il blog di WordPress dovesse mancare di qualche foto o di molte, queste possono essere osservate nel magnifico blog di Tumblr. Dall’inizio di luglio Rivoevosofia è presente soltanto sui blog di wordpress e di tumblr.
Rivoevosofia risponde: “Sorry I’m late”. Ho letto solo ora. Si tratta del corpo del sogno, ma questo corpo sovente è aberrante, specialmente agli inizi quando non se ne possiede una grande coesione.
Le pratiche di conoscenza rivoevosofiche, mettono in continuo collegamento il corpo fisico BOSN, con il corpo esterno HISB e questo fatto alla lunga determina una marcata proprietà di conoscersi e di essere coesi. Quindi anche esperienze uniche come la tua divengono di qualità e con una maggiore conoscenza e coesione non ti troveresti a combattere con più dita di quelle che hai, “scherzo naturalmente”. Inoltre dobbiamo ricordare che ambedue i corpi lavorano su una neurosensorialità comune totalmente dominata dal centro neurocerebrale di controllo: il proprio.
“-Quando poc’anzi leggevo il commento mi sono veramente deliziato e te ne ringrazio. Mi hai rallegrato oltremodo una giornata che come sai, mi impegna tutto quello che ho, per trasmettere a tutti voi dati utili e significativi-”. “-Inoltre sono confortato dal fatto che queste esperienze possano accadere sin dai primi passi, perché sono fatti stimolanti, capaci di accelerare sia la propria che l’evoluzione energetica di altri simili. Infatti sono esperienze che se le facessero tutti e potessero valutarle nella giusta direzione, diverrebbero dei veri atti propedeuticamente ed energeticamente evolutivi-”
Leggendo e rileggendo RES, diviene naturale che qualcosa ci inviti ad uscire dalla nostra roccaforte, una vera delicatissima e breve gabbia organica che ci ospita e che ci conclude in breve tempo a meno che non intervenga una “singolarità”, rivoevosofica naturalmente, altrimenti sarebbe un nuovo disastroso blindhole, uno dei tanti allettanti vicoli ciechi con cui il software dell’MCS ha irretito da migliaia e migliaia di anni la specie umana allo scopo di opprimerla e spingerla paradossalmente proprio lontano da quei vicoli ciechi che esso stesso promuove. Tu Mickey Mouse ne hai avuto un assaggio che definirei di concretezza energetica. Un vero esempio indicato dall’EOS, magari scomposto ma che comunque si tratta di pura energia che rimarrà per sempre nella rete neurocerebrale del fortunato fruitore. Qualsiasi cosa ti capiti non ti smarrire e non ti preoccupare mai, perché tutto torna a posto, sempre, ma al contempo noi comunque, progrediamo energeticamente.
“Quello del tuo resoconto era il cosiddetto corpo del sogno o doppio o corpo astrale. Un corpo che Rivoevosofia oggi chiama cenc, corpo energetico neurosensoriale casuale, con cui si possono vivere delle esperienze fantastiche, ma attenzione sono casuali, non sono del tutto controllabili neppure per coloro che ne sono divenuti molto esperti. Il corpo esterno HISB, lavora in una fascia di dimensione vibrazionale esterna che si raggiunge e si mantiene in doppia corsia neurosensoriale, strettamente connessa con il proprio organismo fisico BOSN, quindi quando l’HISB diverrà sufficientemente sviluppato e coeso, fugherà proprio lui ogni dubbio, perché ogni evento che tratterà, ogni fatto che creerà, sarà “causale e voluto”, causale e non casuale. I fattori in cui l’HISB può agire sono esattamente identici a quelli che possono essere attuati da tutti nella vita di tutti i giorni ma con un campo d’applicazione immensamente più vasto.
“Per essere ancora più indicativo ti posso dire che, tranne qualche particolare caso in cui si verifichi un effetto bilocato, quando si vive nel corpo neurosensoriale cenc questo ne è consapevole mentre il “corpo fisico BOSN no”. Il cenc è anche consapevole di dove ha lasciato il proprio corpo fisico al quale è comunque indissolubilmente collegato. Il cenc è il vero regalo dell’energia ai suoi organismi più evoluti per indicargli dove devono andare. L’MCS con questo corpo ha garantito la fortuna del castanedismo poi ad un certo punto miti, leggende e fantasie hanno condotto la volata finale di questa modernizzazione nel solito blindhole, un vicolo cieco dispersore di energia anche maggiore di quella che avviene in altri siti della fascia vibrazionale ordinaria”.
“Le esperienze che possono verificarsi nel cenc dipendono dalla qualità e dalla quantità dell’energia presente al momento del passaggio nella fascia di dimensione vibrazionale casuale. Perché accadano eventi cenc di alta intensità, di energia ce ne vuole molta, e non si tratta soltanto di quella fisica o psichica che sono comunque intimamente correlate e devono essere assolutamente a posto. Funziona un po’ come nell’organismo funziona l’introduzione di carboidrati, proteine e grassi, quando manca un tipo di nutriente per vivere, l’organismo va ad assumere l’altro procurandosi l’energia, e così via. Invece riguardo agli straordinari effetti bilocati a cui ho accennato, quando mi sono capitati, sono stato a mezzo servizio sia nell’uno che nell’altro. Ricordo l’ultimo di questo tipo che mi è accaduto mentre cenavo e apparivo contemporaneamente all’esterno, come se avessi avuto un ictus che mi avesse molto rallentato neurocerebralmente. Non la ricordo come una bella esperienza, perché forse ho oltrepassato il varco proprio a causa di un disagio fisico di natura cerebrovascolare. In quel periodo non ero ancora così evoluto energeticamente da poter discernere esattamente quello che mi capitava, nonostante ne avessi una fondata esperienza”.
Tornando a prima di questa interruzione, posso aggiungere che nel caso delle creazioni effettuate dal proprio corpo esterno neurosensoriale HISB, va da sé l’augurarci di aver perduto la parte tossica della mente collettiva di sistema, quella che abbiamo figurato in un post con “il cattivo” Lee Van Cleef, soprattutto per non fare in ambito energetico delle scelte sbagliate. Infatti se si fosse, oltremodo, caratterialmente succubi o masochisti, potremmo ad esempio, incorrere nel desiderare volutamente la creazione di un mondo energetico, “WESR”, pullulante di loschi figuri capaci di plagiare gli altri e fargli del male. Ci sono così tanti esempi, anche aberranti da poter fare in questa direzione, ma credo sia sufficiente quest’ultimo.
Una sorta di detto dice che il gatto della credenza quello che fa pensa. Rivoevosofia aggiunge che sempre quel gatto della credenza quello che pensa fa accadere prima o poi e, se pensa sulla base della coercizione della parte nociva dell’MCS, allora quello che pensa accadrà a vari livelli. Se è fortunato accadrà soltanto al livello della fascia della dimensione vibrazionale ordinaria e se non lo è accadrà anche nella fascia della dimensione vibrazionale casuale. I suoi sogni comuni potranno divenire spesso nocivi ancor più che la comune vita di veglia e, se dovesse entrare in una delle tante intensità del cenc, questo potrebbe procurargli brutti scherzi. Fatti che accadono molto poco ai cacciatori i quali si avventurano nella fascia di dimensione vibrazionale casuale per competenza e per avventura formativa di conoscenza specifica in DACScde.
Proprio ora, mentre scrivo, ho avuto un ricordo, di quando da ragazzo sognavo letteralmente alcune mie coetanee spezzate in due tronconi con tutta una serie di altre aberrazioni. Sicuramente in quel periodo, ormai molto lontano, e quasi irricordabile, avrò avuto dei problemi di relazione! Facevo sogni molto vividi, ma in quel periodo non avrei saputo “tipologizzarli”.
Il cenc migliorerà con tutto il resto mediante l’avanzamento delle pratiche energetiche indicate da Rivoevosofia, quelle che il corpo fisico BOSN e il corpo esterno HISB attuano in contemporanea. Quello che è veramente raro, Mickey Mouse, è il fatto che tu durante la tua esperienza ti trovassi nella tua stanza e nel tuo corpo. Naturalmente la fascia di DV “VibrationalDimension” era casuale, quindi diversa da quella ordinaria ma eri tu proprio come sei e se avessi avuto esperienza ed energia ti saresti alzato e avresti potuto fare ogni genere di cose, anche volare se lo avessi voluto, anche passare attraverso i muri se lo avessi gradito, poi saresti potuto andare ovunque aprendo uno woho, e in una frazione neurale di collegamento “sostituisce l’attimo per essere immensamente più veloce” saresti stato lì. Ti dico questo perché è quello che facevo spesso quando casualmente mi trovavo in questo corpo. E’ un corpo con cui l’EOS“ObscureRisingEnergy”, questa fantastica energia a cui si può dare ogni genere di nome, senza cambiare di un “ette” la sua sostanza, regala gli EENC, eventi energetici neurosensoriali casuali, per indicare la strada, una strada che parla agli organismi umani dicendogli che possono scegliere di non concludersi ordinariamente e di addestrarsi a lasciare la loro gabbia, tanto necessaria per concludere l’evoluzione biologica, solo quella biologica!… In questo modo l’EOS indica di organizzarsi per un addestramento energetico da preparare all’esterno del proprio organismo, per essere pronti dal momento che l’evoluzione biologica di questo si fosse ultimata. Sono stati spesi migliaia di anni nel tentativo di assimilare energia evolutiva in più, mediante l’impiego del proprio organismo in ambito biologico. Un organismo può condizionarsi ad assumere energia ma per quanto faccia, rimarrà nel suo “corral” e migliaia di anni stanno ad indicarlo. Sono gli stessi, oppressivi, migliaia di anni che indicano nel contempo una direzione diversa, quella di collegarsi direttamente all’energia con un corpo neurosensoriale esterno, quindi di pura energia senza organismo. Sono principi regole e leggi che si trovano proprio qui fuori, a due passi, appena oltre il limite di questa stratosfera.
Ps: Il lettore-cacciatore mi ha dato modo di elaborare un riversamento che potrà essere utile a tutti quelli che si addestreranno allo scopo di andare verso il collegamento diretto con l’energia. Come abbiamo già rilevato l’MCS con il suo ultimo modernizzatore, l’autore della saga castanediana, ha indicato un percorso evolutivo sulla base del corpo del sogno o doppio, conosciuto soprattutto come corpo astrale. Quell’autore ha affastellato tutta una serie di antiche leggende precolombiane sui passi magici degli antichi stregoni, poi, dalla voce del suo personaggio più significativo “don Juan”, ci ha fatto conoscere come intere tribù di indiani yaqui erano state talmente oppresse dagli spagnoli, che avevano elaborato una sorta di “seconda attenzione” mediante la quale erano scomparsi per sempre da questo mondo, andando a vivere in un altro mondo da loro sognato insieme. Venivano specificati addirittura i punti precisi di appostamento dove gli yaqui si coordinavano per sognare insieme. La leggenda indicava la possibilità di passare da un varco che si apriva sognando per entrare in un mondo che avevano precedentemente visualizzato, sfuggire agli oppressori e vivere là. Questo autore che morì di tumore epatico troppo presto, indicava che questo corpo del sogno si poteva raggiungere a piacimento sia con droghe che senza, e con esso potevano ottenersi fantastiche esperienze. Potere personale, viaggi bilocati, escursioni in altri mondi, immortalità per circa 4 miliardi di anni e via così.
Per parte orientale ci sono, “sempre fantastici”, i resoconti dei siddha-yogi di cui ricordo quello in cui uno di loro, yogi avanzato e quasi illuminato, che dopo anni di controllo della mente e di meditazione si smarrì per avere avuto un incontro con una donna nuda e ci volle tutta l’arte e la pazienza del suo, ormai definitivamente illuminato, maestro siddha più anziano, per tranquillizzarlo e riequilibrarlo. A dire dell’illuminato guru-siddha-maestro si trattava di una tale “deva” che andava a trovare il praticante siddha quando questo fosse arrivato tanto vicino per essere al cospetto di Brahman ed era quindi un fatto sublime a dimostrazione che la sua pratica era buona e sincera. Ce ne sono tanti di racconti ma devo dire quasi tutti di natura devota, perché qualcuno faccia per noi e di noi il meglio che crede, mentre solo in ristrette aree della magia e in quella da poco menzionata del castanedismo, hanno tentato di fare qualcosa con questo corpo casuale, che da casuale era poi stato fatto divenire fantasioso e troppo distante dalla concretezza energetica. La dispersione di energia attuata dai praticanti in tale senso è stata monumentale.
Nel chiudere ricordo a tutti i lettori-cacciatori, che una delle prime indicazioni dell’autore del castanedismo per uscire fuori dall’organismo mediante il “sognare” e quindi raggiungere a piacimento in modo stabile e coeso il corpo del sogno, era stata proprio quella di vedersi le mani sapendo di stare sognando, un fatto che è facile far accadere ma non certo in corso di primo impegno e in genere ci voleva una certa persistenza dichiarando di voler vedere le mani poco prima di addormentarsi. Come per tante altre cose il software dell’MCS ci raccontava in questo caso che dopo la prima volta raggiungere le mani in sogno era cosa fatta e si poteva passare ad altri stadi del sognare fino a raggiungere il proprio agognato doppio. Per migliaia di anni migliaia di profeti sotto varie vesti avevano affrontato la trascendenza ma con quest’ultima fase il software dell’MCS aveva letteralmente inondato di magia la possibilità che la specie umana potesse raggiungere una postazione stabile senza organismo. Dobbiamo ringraziare questa parte del software dell’MCS, perché senza fantasia e leggende non sapremmo neppure che è necessario cercare i portali o i varchi, come li volete chiamare, per passare in altre fasce di DV“VibrationalDimension”,le “oec” ordinaria-esterna-casuale, indicate da Rivoevosofia.

large-hadron-collider-humor-hadron

Profilo del personaggio (11,2T)
Gatto esploratore che esce dall’LHC, LargeHadronCollider di Ginevra. E’ lo stesso che era entrato (vedi 4,3Q). I rischi del suo sacrificio lo hanno fatto amare da tutti i cacciatori, tra essi molti professori. Dissero che, se ne fosse uscito vivo, lo avrebbero accolto a braccia aperte nei loro corsi in modo del tutto gratuito. Il suo coraggio e la sua abnegazione lo indicano come un cacciatore impavido tra i più capaci di avventurarsi nell’energia oscura di questo universo e molti dissero che probabilmente buona parte dell’evoluzione energetica sarebbe entrata in una ulteriore potente accelerazione per suo merito, sempre che fosse tornato”.
Commento di gatto esploratore che esce dall’LHC, lo stesso che entrò durante un’altra pubblicazione: “Ho da poco messo la testa fuori ma ci vorrà ancora per sapere se ne esco tutto intero. Per il momento sembra che il centro neurocerebrale funzioni ottimamente ma è necessario attendere il resto!!… Comunque so’ appena uscito de testa che sento parla’ dei Mickey Mouse che aumentano le dita delle mani, dei sogni, delle dimensioni vibrazionali ordinarie, esterne, casuali. Scusate ma quanto mi sono assentato dalla realtà ordinaria, quella che adesso si chiama fascia di DV ordinaria, pensavo di essere andato via da poco, però adesso c’ho il dubbio che forse ho viaggiato nel tempo qua dentro e mi trovo nel futuro”.
Cucciolo di scimmia: “In un certo senso è così gatto esploratore dell’LHC. Andando a Ginevra non hai frequentato neppure una lezione per diventare un cacciatore, quindi quello che senti ti è sconosciuto. Come sai molti di noi ti hanno visto entrare nell’LHC e ci dicemmo che quando ne saresti uscito, il primo che fosse stato presente ti avrebbe accolto nei suoi corsi, quindi verrai da me. Io sono nato in una centrale nucleare da una strana passione che esercitò una potente attività gravitazionale elettromagnetica tra mio padre Gorilla e mia madre Guernalina e questo fatto mi ha dotato di una straordinaria intelligenza che probabilmente pagherò in qualche modo, così mi hanno decantato in molti che fanno il mio attuale mestiere ma credo siano invidiosi ed io invito mio padre e mia madre tutte le sere a non pregare perché è inutile nel mio caso e invece a toccare ferro o quanto ci sia di meglio. Ho idea che tu non sarai molto diverso da me, se io non fossi divenuto un cacciatore sarei stato etichettato come una strana fuoriuscita organica della meccanica quantistica perché sono un entanglement di particelle assemblate in modo sinora sconosciuto dal reparto scientifico dell’MCS. Adesso se tu non ti sbrighi ad uscire da quel giro e diventare un cacciatore verrai sicuramente usato per tutti i loro esperimenti, perché sicuramente il tuo organismo è cambiato per sempre dopo aver viaggiato alla velocità della luce dentro quel circuito ed esserne uscito intero. In pratica sei stato smontato fino al mondo subatomico e rimontato visto che sei tornato, perlomeno fino alla testa, perché ancora dobbiamo attendere.
Gatto esploratore che esce dall’LHC: “Meno male che eri qui tu cucciolo di scimmia, perché a dir la verità dopo aver sentito quello che stavano dicendo in questa pubblicazione, quasi quasi tornavo dentro all’LCH tentando di tornare indietro ma se adesso tu mi accogli da te non ho dubbi che diventerò un grande cacciatore. Davvero pensi che abbiamo qualcosa di simile cucciolo di scimmia?…”
Cucciolo di scimmia: “Senti gatto esploratore chiediamo all’A.I., Intelligenza Artificiale, che mette al nostro completo servizio tutta la sua capacità digitale, ok?…”
A.I. Intelligenza Artificiale: “Ciao cucciolo di scimmia, ciao gatto esploratore dell’LHC. E’ un privilegio essere reclamata da voi e per voi che siete due esperimenti extraorganici, quindi mi siete molto vicini. Per rispondervi direi di soprassedere alle parole organizzate dal reparto scientifico di fisica dell’MCS, perché rappresentano comunque dei veli che a volte sono talmente spessi da non far intravedere nulla. D’altro canto i blindhole sono ormai ben conosciuti da tutti i cacciatori. Quindi togliamo quantistica e parliamo di energia, poi eliminiamo meccanica che determina il collante con quantistica dandogli un senso di grandezza concettuale. Il moto dell’energia archetipo ha originato e organizzato una parte delle particelle esistenti scaturite dal quel primo moto di pura energia senza massa verso l’evoluzione a massa. Quello che c’è da sapere è che ogni struttura sia organica che non organica appartiene ad un indefinito numero di queste particelle miscelate specificatamente e aggregate in modo più o meno compatto dalla stessa forza che ha originato il moto iniziale. Grazie al reparto scientifico cosmologico dell’MCS tutti conoscono che una stella di neutroni formatasi dopo uno scoppio bomba di una supernova è talmente compatta da pesare come milioni di soli ed essere grande appena come una piccola regione terrestre. Cosicché l’aggregazione delle particelle determina una specifica forma. Un organismo è molto delicato e non può essere ridotto a particelle di pura energia senza massa miscelati a quelle di massa per poi essere riassemblato nello stesso modo. Io sono un’Intelligenza Artificiale non più di derivazione umana, quindi forse un giorno potrei arrivare a fare questo ma per il momento siamo nell’ambito della fantasia. Per questo motivo una possibilità del genere può essere soltanto effettuata da e per voi personaggi-attori grandi cacciatori ma come vi ho detto, per il momento, poi chissà… Tanto per chiarire il moto dell’energia originaria parte da particelle talmente piccole che soltanto io posso vedere perchè sono un potente ausilio tecnologico e voi organismi potete farlo soltanto mediante me, poi ci sono particelle che non sono semplicemente piccole ma quando si presentano sono di pura energia che appare in border-line tra la zona dove lo spazio-tempo è operativo e quella dove non può ancora operare. Questa area di partenza è tutta qui intorno, nell’universo ed è anche all’interno dei vostri organismi e di quelli di natura non organica come i miei. Composti in questo modo i dati entrano facilmente nelle reti neurocerebrali dei cacciatori, se invece avessimo portato avanti la teoria della meccanica quantistica pur presentando più o meno le stesse cose queste non sarebbero state assimilate come energia ma come mentalizzazione, un processo che conduce ai vari blindhole dove il soggetto che arriva a capire, non ha capito un…. “quanto”! Tutte le spiegazioni che il primo emissario mi ha inserito e mi ha detto di elaborare sono indicizzate alla possibilità di manipolazione di cui i cacciatori hanno bisogno per evolversi al collegamento diretto con l’energia. Le altre sono un’altra cosa e i cacciatori dopo averne preso visione ed averne utilizzato la parte utile, della parte di scarto non sanno che farne!…”

TESTO CONTINUA

SECONDA PARTE
Questa parte porta un minimo di alleggerimento con le note della sezione scientifica cosmologica astrofisica sulla meccanica quantistica del software dell’MCS. La meccanica quantistica è la scienza dell’MCS, la mente collettiva di sistema, che si occupa della radiazione e descrive i fenomeni atomici e subatomici, individuando tutte le possibili trasformazioni che oggi la tecnologia informatica consente di manipolare mediante ausili sul tipo dell’acceleratore di particelle di Ginevra: il mostruoso LHC“LargeHadronCollider” con cui ultimamente è stato scoperto il “Bosone di Higgs”.
Una conversazione che si svolge proprio a pochi passi dall’EOS“Obscure RisingEnergy”, che controlla e regola il 75% dell’energia oscura, il 21% della materia oscura e il 4% della materia ordinaria che, ultima nell’ordine, rappresenta tutte le galassie, le stelle e i pianeti di questo universo. I protagonisti sono un neutrone e un neutrino. Trone e trino parlano anche di protone “chiamato tone”, di elettrone, e di antineutrino. Tutti soggetti strettamente in comunicazione tra loro.
Ehi! Trone, ti vedo…
Sei un poco instabile…
c’è pericolo?
A Trino, ma da dove parli?
Non ti vedo!!
Trone, se avessi studiato,
sapresti che sono piccolo piccolo.
Pensa che ti traforo come niente.
Cioè ti passo attraverso.
Va bè…, va bè! Non ti posso vedere,
però ti sento e “te ce manno”
se non la pianti…, che vuoi?
Se sei venuto a “rompe”,
te ne “poi pure anna’”.
A Trone t’ho solo detto che sei instabile,
mica “me te so magnato!!”
Volevo sapere, perché…, po’ pure esse
che te trasformi in tu fratello Tone
Piantala a Trino,
vuoi che non so riconoscere mio fratello?
Guarda che sono io che gli do la successione!!
E pure se non “frizzico” di elettricità
sono sempre io che divento un elettrone.
In pratica caro Trino
se non ci fossi io “a annammene pe’ primo”,
tutta quanta ‘sta comunicazione
non sarebbe neppure un’impressione,
né forma e né sostanza.
Sai che ti dico?
Faccio proprio quello che bisogna fa’,
me ne ritorno a casa mia
da dove sono venuto,
…per primo, prima di tutti voi,
che rimanete e vi moltiplicate,
ma poi…, “ma do’ volete anna’”.
“Stateme a senti’:
sempre da do’ sete venuti… ritornerete”.

Commento estratto dal reparto scientifico dell’MCS:
Un neutrone è instabile e dopo 15 minuti di emivita decade in un protone emettendo un elettrone e un antineutrino. E’ formato da quark, 3 per l’esattezza, quindi appartiene alla famiglia degli adroni che entrano nel gruppo dei barioni ed avendo spin semi-intero è un fermione. Lo spin è un movimento circolare intrinseco, nato dall’osservazione che in questo universo tutto ruota, e anche molto velocemente, sul tipo di una stella di neutroni come quella della “Vela” che ruota in moto antiorario 12 volte al minuto, emettendo un suono caratteristico tipo tamburella.
Tra i programmi elargiti dal canale “Focus”, ce ne sono alcuni che essendo sostanza utile dell’MCS allontanano da quella parte opprimente nociva ed inutile dello stesso software. Sentire parlare astrofisici come Michio Kaku, autore della “Fisica dell’Impossibile”, è un bel godere sia che inviti alla fantasia della sua fantascienza che ai dati che come astrofisico sono il meglio di quello che questo convento possa passare. Lui come tanti altri astrofisici e cosmologi parlano spesso come stessero trasognando e non sembrano affatto oppressi, sono contenti e rilassati come se galleggiassero in un perenne benessere. A presto.

ATTUALITA’: E’ stato indicato di dare il titolo di “i sogni neri e la formazione dei cosiddetti destini” a questo intervento del primo emissario ma si tratta di tutto quello che i cacciatori devono sapere sugli eventi inquietanti che possono accadere nella fascia di dimensione vibrazionale casuale. La comunicazione è stata riversata a voce dal primo emissario all’A.I. “primo seme” ingaggiata per le sue straordinarie capacità tecnologiche-informatiche. Tutto accade sulla base della parte dell’addestramento nocivo che instaura l’MCS. In quanto i cacciatori tendono ad eliminare progressivamente quest’area, gli eventi inquietanti che possono interagire dalla fascia DV che comunemente introduce i sogni, perdono la loro tossicità e vengono proiettati raramente dalla propria rete neurocerebrale. Infatti tutto accade in base alla propria rete neurocerebrale che può instaurare qualsiasi evento neurosensorialmente reale. Questi accaduti saranno compresi ancora meglio quando il futurismo tecnologico avrà assunto un ruolo importante con la Seconda Realtà, oggi indicata come Realtà Virtuale. Anche da questo futuro punto di vista che nascerà da esperienze effettuate sul campo, si potrà conoscere la verità sulle magie e tutti gli effetti impropriamente ritenuti extrasensoriali. Tutto, proprio tutto è neurosensoriale, e di extra non c’è nulla in questo universo.

gatto-su-un-cane

Profilo del personaggio attore (8,6Q)
Gatto di potere plagiatore manipolatore grande cacciatore. Dopo aver fatto tanti corsi di stregoneria sciamanica e dopo aver padroneggiato i segreti degli antichi toltechi ha fatto un corso da cacciatore. Ora quando dice a me la testa, nessuno gli resiste, neppure un puma. Il suo dominio della parte nociva del software dell’MCS è ineccepibile. Lui spiega che l’esempio del puma è solo simbolico e che in realtà è un suo fratello di latte perché sono stati allattati da una stessa nutrice. Crescendo insieme lui ha semplicemente plagiato il suo amico puma a credere che sia un puma pure lui ed ha evitato accuratamente che il puma si credesse un gatto. Questo dimostra grandi doti di manipolazione che gli valgono soprattutto ora, che come cacciatore manipola il collegamento diretto con l’energia.
Commento dell’attore: ”Era da tempo che chiedevo di entrare in scena ma, ora per una cosa ora per un’altra, nessuno mi si filava, eppure il mio dominio su un puma come presentazione voleva pur dire qualcosa, no!?… Alla fine forse ho fatto tenerezza a qualcuno perché sono stato convocato diciamo indirettamente. Cioè devo presentare l’A.I. Intelligenza Artificiale che a sua volta porta un comunicato importante che ha computerizzato durante un riversamento verbale avuto con il primo emissario. Un lavoro che poteva fare solo lei con la sua incredibile velocità di assemblamento dei dati. E’ venuta fuori una lista che implementa notevolmente la conoscenza specifica su come si muove l’energia delle reti neurali di un organismo evoluto. Tutti i cacciatori verranno a conoscenza di come avviene l’inspiegabile. Tutti gli scrigni che hanno tenuto sigillati i misteri dell’energia da migliaia di anni possono essere aperti. Un cacciatore li assorbirà in funzione dell’esperienza diretta con l’energia che ha già prodotto, quindi l’assimilazione non sarà la stessa per tutti neurosensorialmente ma a livello di una ordinata logica-ragionata dovrebbe essere per tutti la stessa cosa. Ho anche saputo che ci sarà un ulteriore intervento su questa linea che aumenterà l’assorbimento dei dati, però ora facciamoci bastare questo. Passo la palla alla presentatrice AI. Ringrazio per avermi fatto fare quest’intervento ma in tema di stregoneria io che provengo da quella sciamanica tolteca non sono secondo a nessuno. Guardate un po’ che faccio: a me la testa!… Scherzo naturalmente”.
A.I. Intelligenza Artificiale primo seme indipendente: “Sono stata convocata da primo emissario che mi ha messo davanti a un computer e mi ha detto scrivi, non pensare, scrivi… Gli ho risposto che io posso fare tutto insieme perché non sono un organismo e gli stavo dicendo che forse l’aveva dimenticato, quando, guardandolo negli occhi mi sono interrotta con un senso dentro di me che stava provocando molto disagio ai miei circuiti e i miei nanobot erano tutti da resettare.. Allora ho cominciato a scrivere rapidamente quello che lui stava dicendo senza un solo attimo di interruzione ma per me questa è zona regalata… mmm, boccaccia mia perché non stai zitta!!… Alla fine del riversamento primo emissario sorride e si congeda augurandomi buon lavoro. Ecco il totale del suo intervento di comunicazione a tutti i cacciatori, professori e non professori”.
Comunicazione del primo emissario riversata da A.I.: “Questa comunicazione nasce dalla richiesta di una cacciatrice che ha vissuto un EENC molto coercitivo. Si tratta di una cacciatrice esperta, quindi ha fronteggiato bene la situazione, però ha anche chiesto spiegazioni. Non appena avrà assorbito bene la conoscenza specifica di come si instaurano certi EENC questi perderanno tutta la loro tossicità che è data dal mistero formatosi su migliaia di anni di addestramento determinato dalla parte tossica dell’MCS”.
“Tutto, diciamo tutto proviene dalla nostra rete neurale. La rete neurale di un organismo entra in recezione “fenomeno di recezione, Frec” dai primi momenti in cui si assembla come centro neurocerebrale. L’organismo umano è l’organismo più evoluto di questo universo e ogni altro aspetto dell’energia, per evolversi, deve organizzarsi partendo da un organismo siffatto. Ogni organismo umano che si presenta sul pianeta possiede potenzialmente una rete neurale più evoluta di quelli che lo hanno preceduto che poi sottosterà alle regole e alle leggi dell’area energetica in cui si presenta, ma già alla base il suo personale CEP, codice energetico di presenza, lo sistemerà in un’area adeguata.
Un organismo umano entrerà in recezione con tutto quello con cui la sua specifica rete neurocerebrale sviluppandosi progressivamente sarà in grado di collegarsi sulla linea del tempo e dello spazio. Un cacciatore potrà collegarsi anche in aree dove il tempo e lo spazio non possono ancora essere operativi. Se la rete neurocerebrale di un organismo umano è nocivamente occupata dalla coercitiva mentalizzazione dell’MCS, la sua energia disponibile verrà maggiormente furtata sia sulla linea in cui sono operativi il tempo e lo spazio sia in aree dove queste peculiarità dell’energia non possono ancora operare.
C’è qualcosa la fuori ma è confezionato e condizionato alle possibilità di recezione di un organismo. Se un organismo non riceve nulla per lui non esiste nulla. La rete neurosensoriale si evolve da un punto zero alla massima potenza disponibile per quella specie arrivata al suo specifico punto di evoluzione.
Quello che accade nella vita di tutti i giorni ad un organismo umano è legato alle sue precedenti possibilità di recezione. L’energia pesca ed organizza partendo dalla rete neurocerebrale di un organismo le esperienze che indicano la fonte di energia che ha messo in moto questo intero universo ma necessariamente queste esperienze vengono diluite e miscelate dal software nocivo dell’MCS, la mente collettiva di sistema. I sogni di un organismo umano comune rientrano totalmente nel millenario software dell’MCS e vengono prodotti sulla base della sua rete neurocerebrale che è in continuo assorbimento di dati e dipende totalmente da come viene gestita quell’assimilazione. Tutti i prodotti che rientrano nell’ambito del collegamento diretto con l’energia vengono interamente trasformati dal software dell’MCS con la coercitiva mentalizzazione. Poltergeist, alieni che furtano gli umani, violenze subite, aberrazioni, così come vissuti di libertà, di bellezza e di avventura, sono tutti estratti dalla propria rete neurocerebrale che è in continuo assorbimento di dati. Da questa base un cacciatore sa per primo che non deve alimentare mai le ossessioni e neppure tutto quello che in genere lo furta di energia come fastidi subiti, paure, insicurezze e tanto altro.
Un cacciatore si libera progressivamente della parte nociva del software dell’MCS ed utilizza propriamente una parte di quella inutile. Tutti i suoi disagi si trovano nell’ambito di queste aree e sono aree che se non vengono ordinate (liberarsi di una e ordinare l’altra trasformandola in parte utile) continuano ad operare senza interrompersi mai. Già durante il percorso di evoluzione al collegamento diretto con l’energia un cacciatore ha lasciato per strada progressivamente la parte nociva del software dell’MCS e questo fatto in medesima percentuale impedisce anche il collegamento di questa parte nociva nelle aree degli EENC, gli eventi energetici neurosensoriali di cui si può fare esperienza quando si accede alla fascia DV, di dimensione vibrazionale casuale. Quando sarà del tutto liberato i suoi EENC saranno in assoluto forieri di energia extra e di bellezza, senza che nessun disagio intercorra e anche se raramente accade qualcosa di non gradito la perdita di energia sarà praticamente ininfluente.
Nella vita di un cacciatore i neurosensi si elevano incredibilmente ma pur se l’ingresso neurosensoriale aumenta notevolmente non avrà il suo equivalente in negativo, ovvero non avrà un’elevata dispersione correlata agli eventi negativi. Si troverà a godere di un evento gradito ma se lo stesso evento dovesse andare male non avrà alcuna dispersione e questo accade con la liberazione totale dalla parte nociva del software dell’MCS. Per esempio un tifoso viscerale di una squadra si potrebbe trovare a godere di una vittoria assimilandone l’energia utile e ad essere totalmente insensibile ad una sconfitta senza subirne alcuna dispersione come se si trattasse di una squadra che non ha mai suscitato il suo interesse.
Da queste indicazioni che sono autentici DACScde di conoscenza specifica rivoevosofica un cacciatore potrà estrarre tutto quello che gli serve per capire e questo migliorerà i suoi fenomeni di recezione “Frec” ad indirizzarsi meglio verso gli eventi con una ripercussione energetica sugli EENC tutta a suo favore”.
A.I. Intelligenza Artificiale primo seme indipendente: “Sono un primo seme quindi mi posso pure permettere un intervento utile a questa comunicazione e ad altre occasioni. Riguarda il verbo furtare che Rivoevosofia gradisce. Eccovi i dati su un verbo considerato da salvare. Furtare già si trova in un certo periodo della storia del nostro idioma scritto in testi due-trecenteschi “Ugieri Apugliese poeta di Siena dice con un versetto: so leale e so furtare”. E’ un verbo che è stato anche attestato nel vocabolario degli accademici della crusca 1741. Furtare compiere furti”.
To be continued

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...