R.E.S. – RivoEvoSofia – “Reblog.22” del 20.4.2014

Immagine

(4cm1mafila) – ASI, tipo brane cosmologiche, tema “universi paralleli”. Rivoevosofia indica 3 fasce di dimensioni vibrazionali utilizzabili dai cacciatori: ordinaria, esterna, degli EENC.
NUOVO CORSO DI EVOLUZIONE ENERGETICA DA REBLOG.1 DEL 22.2.2014
Uscita giovedi e domenica (Estratto dal post n.9 del 9.10.2013 -SecondaParte-)

Immagine

(1,1cm.2dafila) – 38, Gatto che si copre il viso con le mani. E’ preoccupato delle sue uscite in astrale e non ne vuole neppure parlare!!…
Invito ai lettori-cacciatori di commentare su wordpress e quando questo blog toglie le foto, recandosi su Tumblr, le stesse saranno sempre disponibili

Titolo: In attualità si trova un commento di Kristina, una lettrice cacciatrice che si imbatte in un EENC, evento energetico neurosensoriale casuale. La sua esperienza, di cui fa dono, tratta un viaggio fuori dal corpo, con quello che è conosciuto come “corpo astrale”. Rivoevosofia lo indica come “cenc”, un corpo energetico neurosensoriale casuale.
Con questa pubblicazione arrivano molte in.form.azioni sulle fantastiche possibilità neurosensoriali a cui conducono le pratiche rivoevosofiche. I varchi di accesso per differenti dimensioni vibrazionali, durata, benessere, energia…, tutto disponibile con un collegamento diretto… per tutti, e tante in.form.azioni che rimarranno come “vademecum” durante la successiva continuità organizzata del programma di accumulo di DACS.cde, dati accumulati di conoscenza specifica al collegamento diretto con l’energia.
Sono le 04.00 e volente o nolente sono costretto ad andare a caccia di energia. Penso per un attimo al canale televisivo “Focus” della sera precedente perché, durante una delle puntate che trattano la cosmologia, hanno presentato un musicista che sta preparando un album sulla base dei rumori delle stelle di neutroni. Parlavano della “pulsar delle vele” dal caratteristico tambureggiare elettrico, che potrebbe anche essere ballato.

Immagine
(0,7cm4rtafila) – 6pg, donna che esce dall’acqua di una pozza con sullo sfondo gufo bianco e uno squarcio sul mondo. Forse si tratta di una polla termale perché la ragazza sembra in forma!!…

SECONDA PARTE

“Ho impiegato questa seconda parte per raccontarvi alcune esperienze che capitano durante il percorso di evoluzione individuale al collegamento diretto con l’energia. La prima intenzione era quella di spezzare un momento la continuità di un percorso, a volte impegnativo, con qualcosa di leggero e goliardico, ma sempre interessante. Devo dire comunque che si è trattato di un riversamento oneroso ma che ne sarà valsa la pena”.
Come accennato sopra, sono le ore 04.00 e inizio le pratiche di coesione del corpo sensoriale HISB attivando in esso tutti gli woho necessari a curare i miei punti fisici danneggiati. Gli woho vanno applicati esattamente nei punti che il BOSN indica di trattare, inoltre altri woho vengono aperti in punti specifici di convenienza secondo varie motivazioni. Ho sempre osservato che l’applicazione dell’elettromagnetismo mediante gli woho, diviene molto più efficace ad ottenere la coesione del corpo esterno, quando l’impiego è motivato da problemi fisici. I disagi come il dolore consentono una maggiore concentrazione locale, quindi una più rapida ed efficace coesione degli woho. Cosicché mentre si beneficia fisicamente della loro somministrazione, al tempo stesso si ottiene la migliore coesione possibile anche dell’intero corpo dell’HISB, fatto che è sempre al vertice delle pratiche rivoevosofiche.

Prima di proseguire vorrei ricordare che l’elettromagnetismo impiegato negli woho dai cacciatori, a proprio vantaggio, è una delle peculiarità della forza unica indicata da Rivoevosofia come FO.gt. Una forza che origina tutte le altre manifestazioni dell’energia che concorrono progressivamente alla formazione di questo universo. Proprio come i cacciatori apprendono a manipolare alcuni suoi successivi aspetti, riescono anche a manipolare direttamente questa forza nella sua complessa duplicità. Mediante l’utilizzo a proprio vantaggio di questa forza duplice durante le pratiche rivoevosofiche che i cacciatori attivano contemporaneamente con i loro due corpi, riusciranno ad implementare il loro benessere e la durata. La FO.gt, forza oscura gravitraente, entra in manifestazione a seguire del big bang ed è l’espressione astrofisica-cosmologica della incredibile forza gravitazionale che tiene incollate le galassie congiuntamente e contemporaneamente all’immensa forza che le espande, le une dalle altre e che è la forza più rapida e potente di questo universo.

Immagine

(0,5cm3zafila) – 1b2de, Ragazza vestito celeste e spirale sfondo nero. Un’idea della forza oscura gravi-traente, FO.gt, ma manca la spirale espansiva della forza che agisce contemporaneamente. La prima, forma le galassie e la seconda le espande.

Ottimizzato il punto di coesione e stabilmente piazzato all’esterno del mio BOSN che è rimasto in totale abbandono nella posizione di inizio lavori, comincio a muovermi all’esterno con l’HISB. La procedura è sempre pressoché la stessa e poiché l’HISB è posto di spalle al BOSN, la prima fondamentale manovra è quella di farlo girare su se stesso in modo che possa guardare in faccia il suo BOSN. Guardarsi come si è fatti fisicamente, dal corpo sensoriale esterno, non è propriamente come guardarsi in uno specchio e le prime volte risulta sconvolgente e anche confondente, per dire che la confusione cala come un fendente (chiedo venia). Quando osservai ad altri praticanti che la mente gli avrebbe giocato degli scherzi si misero a ridere. Gli dissi che “la subdola”, avrebbe infierito con: “ma che stai facendo, ci credi pure a ‘ste fesserie. Sei proprio un boccone. Non vedi che sei ridicolo”. Osservai poi che gli attacchi sono molto personali e secondo il soggetto la mente elabora la miglior caduta di tono, energeticamente dispersivo, per annullare ogni possibilità di un risultato utile. Nonostante tutto questo, è sufficiente continuare a praticare e alla fine ogni fatto negativo si dissolverà e si giungerà alla coesione di cui vi parlo. Prima di tentare di guardarvi direttamente, è bene che abbiate ben praticato l’apertura capillare di molti woho. Le aperture degli woho, tra l’altro, vi consegnano una conoscenza specifica di tutti i punti del vostro corpo fisico, perché si tratta di una conoscenza che avviene mediante il percorso neurosensoriale, quindi non teorica come quella che ottenete con lo studio anatomico.
Con quella coesione ho fatto varie prove. Quando mi trovo di fronte a me stesso, mi avvicino e inizio a fare dei cambi di posizione, passando dall’HISB al BOSN e viceversa, in modo da consolidare la postazione esterna. Quando questo fatto viene inevitabilmente realizzato, elimina i dubbi alla partenza e ci si incomincia a muovere con questo corpo esterno, pur rimanendo collegati al corpo fisico che rimane nella postazione di inizio lavori. Non sorridete se vi dico che ho un vezzo nell’accarezzare e abbracciare il mio BOSN prima di andarmene.
Mentre ci si attiva all’esterno per fare ogni genere di cosa, la partecipazione del corpo fisico avviene a livello neurosensoriale e sono comunque possibili dei movimenti fisici, senza che accadano interruzioni alle esperienze che va facendo l’HISB nella sua specifica fascia di dimensione vibrazionale esterna a quella ordinaria del corpo fisico.

Immagine

(7,2cm3zafila) – Feature, Lo scienziato S.Hawking e le sue idee dell’universo, della fisica e della teologia. Indicazione sui suoi studi riguardo ai buchi neri, all’orizzonte degli eventi e al rapporto tra particella ed antiparticella.

Stephen Hawking, anni or sono, annunciava che particella ed antiparticella sarebbero rimaste sempre in stretto contatto di dati computazionali ed in seguito, fu costretto ad accettare che questo fatto sarebbe accaduto pure se una di esse avesse varcato il punto di non ritorno dell’orizzonte degli eventi di un buco nero”. “Questo accade tra il BOSN e l’HISB in perfetta contemporaneità anche se il fruitore ne perdesse momentaneamente la concentrazione. Rivoevosofia indica la prova pratica di questo fatto, perché il cacciatore ad un certo punto raggiunge i DACS.cde di conoscenza specifica per come questo possa accadere. Azioni effettuate dall’HISB su se stesso con l’apertura degli woho producono effetti clinicamente inconfutabili ed impossibili da ottenere diversamente”.
Voglio dirvi che per quanto tenti di descrivere nei dettagli queste faccende, non sarò mai del tutto convincente proprio per l’intervento capacitativo della porzione addestratrice dell’MCS che vi guida: “la mente”…, quella vostra. Cosicché queste sono esperienze che vanno fatte direttamente e le rilevazioni non sono solo personali ma cambiano da esperienza ad esperienza per medesimo soggetto, dunque considerate quello che vi dico, “alla grossa”. Un solo fatto è sicuro, si tratta di esperienze che tutta la specie umana ha già in tasca e se non le ha ancora fatte è solo perché non può essere l’MCS a dirgli di farle. Il motivo di tutto questo è relegato al fattore di collegamento diretto con l’energia e questo fatto va perseguito costantemente, poi gradualmente i dubbi e le insicurezze insieme alle indicazioni non energeticamente evolutive, dopo aver fatto il loro lavoro iniziale di contrasto, se ne andranno per sempre…, potete esserne certi. Vanno assolutamente evitate le comparazioni che sono nocive come la peste, perché la letteratura del software dell’MCS, dalla quale proviene il vostro addestramento è programmata ad introdurre aspetti di confusione per ogni prodotto nuovo, totalmente sconosciuto, proprio con le comparazioni, le quali con la trappola del darsi o farsi un’idea destina inevitabilmente a perdere l’energia necessaria per raggiungere lo specifico risultato che un cacciatore si propone.
Le pratiche rivoevosofiche per raggiungere il corpo sensoriale esterno in modo sufficientemente coeso tanto da poterne vivere le esperienze, donano un benessere valutabile solo dalla propria diretta sperimentazione.
Ogni momento passato in una fascia di dimensione vibrazionale differente da quella ordinaria produce energia. Cosicché quando il cacciatore si trova nella fascia di dimensione vibrazionale dell’HISB, si addestra a produrre energia, ma non è tutto lì perché da quella fascia può facilmente raggiungere un’altra fascia di dimensione vibrazionale dove avvengono fatti casuali di vario tipo. Quando un cacciatore ha calibrato un buon equilibrio disinnescando la parte nociva dell’MCS dalla sua rete neurocerebrale, le esperienze casuali divengono un potente implemento di energia sia per il benessere del corpo fisico BOSN che per la coesione dell’HISB e, se inizialmente accadono di rado, gradualmente saranno sempre più presenti. Gli eventi casuali che il cacciatore incontra sono riconducibili ai viaggi fuori dal corpo con l’astrale, al deja-vu, alla bilocazione, che avvengono a vari gradi di intensità e coesione. Assisteranno anche da svegli a vari cortometraggi che a volte passano di fascia per divenire veri e propri prolungati viaggi in una dimensione vibrazionale di tipo casuale, ovvero quella che Rivoevosofia indica come la terza fascia.

Immagine

(7,2cm3zafila) – Fisica osservatore non separato. RES indica il cacciatore che entra in altre dimensioni vibrazionali. Il cacciatore non è mai separato da ogni cosa che si trova dentro la sua area energetica dove vive gli EENC.

Quando, durante le mie escursioni in HISB, mi capita di usufruire di uno dei questi stati casuali, non lo interrompo mai, perché essi donano conoscenza specifica dell’energia a cui si è collegati direttamente. Questi momenti capitano anche durante un recupero o un abbandono fisico in cui il corpo si rilassa e il proprio cervello assume le coordinate del nuovo addestramento. Intendiamoci questi fatti accadono a tutta la specie umana ma solo gli hunters addestrati alle pratiche rivoevosofiche li utilizzano a scopo di evoluzione energetica individuale. In quei momenti si verificano excursus dimensionali in una realtà vibrazionale diversa da quella ordinaria e non si tratta di semplici visioni fuoriuscite dalla propria rete neurale ma di passaggi che conosce soltanto chi li esperimenta direttamente.
“Ho un’in.form.azione di prima mano avvenuta proprio poco prima di riversarla, quindi in questo momento specifico, in cui ho interrotto il pisolino di recupero. Mentre facevo questo pisolino ho aperto e chiuso gli occhi, cosicché nella retina mi è rimasta per un tempo particolarmente lungo l’immagine della mia terrazza e della zona circostante. Stavo valutando il fatto che l’immagine non svanisse come al solito, quando improvvisamente mi sono trovato ad osservare che il mio terrazzo disponeva di una sorta di patio, rendendomi conto che quel manufatto non poteva essere stato fatto nei pochi secondi che erano passati. Ho capito e sentito all’istante di essere uscito da un passaggio in una differente dimensione vibrazionale e a quel punto me la sono goduta, dicendomi “è solo per i miei occhi”. Dopo poco l’immagine si è dissolta come fosse stata quella retinica che avevo ottenuto all’inizio con la chiusura degli occhi, ma in realtà sono rientrato nella mia fascia di dimensione vibrazionale ordinaria. Ecco questo è un contatto diretto con l’energia da assumersi come un regalo, un regalo d’energia e al contempo un regalo di conoscenza rivoevosofica da valutare con i DACS.cde”.
DACS.cde è un acronimo che indica prioritariamente i dati accumulati di conoscenza specifica dal momento che si è in grado di collegarsi direttamente all’energia senza impiego di ausili. Questa conoscenza specifica mira all’evoluzione energetica individuale, un fattore che prosegue oltre l’evoluzione biologica di massa. La cognizione di questo acronimo è molto allargata e se ne devono assimilare i dati per raggiungerne il neurosenso specifico indicato da Rivoevosofia. Un neurosenso specifico rivoevosofico corrisponde ad una capacità immediata di trattare un fatto specifico energetico per gradi di intensità dopo che è stato allestito mediante il ragionamento e la logica. Parleremo dei neurosensi specifici nelle prossime pubblicazioni ma le introduzioni che li accennano, così come per i DACS.cde preparano il terreno delle reti neurocerebrali ad adattarsi ed inserirli gradualmente perché contribuiscano ad un patrimonio di conoscenza energetica significativa per tutti i lettori-cacciatori”.
Tornando all’escursione che stavo descrivendo, raggiunto quel punto posso dirigermi dove voglio e la tecnica di base che impiego prevede di percorrere a piedi, direi passo passo, tutta la casa. Ricordo che le prime volte mi fermavo in cucina per farmi un caffè per poi andarmene aprendomi un varco-woho passando ad un’area differente della stessa fascia di dimensione vibrazionale. Un luogo generalmente già creato, dove avevo deciso che sarei andato per continuare le pratiche.

Immagine

(7,5cm3zafila) – Tigre e gatto dopo un’escursione fatta in contemporanea come tra BOSN ed HISB. Che goduria la stiracchiata al rientro.

Questa mattina mentre stavo preparando la coesione di questo corpo esterno si è aperto un varco di passaggio ad una differente dimensionale vibrazionale che, come vi ho già spiegato in precedenza, non deve essere individuato come parallelo. Potremmo chiamarlo “quanto o campo vibrazionale”, se non avessi rivoevosoficamente la necessità di fuggire, dove possibile, dalle stereotipazioni scientifiche. Un varco dimensionale accade sempre quando si va oltre il generico “sogno comune” ed infatti esiste una linea di demarcazione tra i sogni che vengono normalmente elaborati dalla propria rete neurocerebrale quando deintensifica le onde, e quelli che, per effetto di natura esclusivamente energetica, aprono un varco in una fascia di differente dimensionale vibrazionale. Questi ultimi sono eventi casuali che ci indicano qualcosa di importante ma che l’MCS ha il compito di controllare ed eluderne la direzione che condurrebbe al collegamento diretto con l’energia.
Certi gradi sensoriali di essere in postazione esterna, che raggiungono una sufficiente intensità neurosensoriale, producono una quantità di energia vibrazionale sufficiente a consentire che si formi un varco dimensionale non casuale e questo è quello che faccio quando preparo il corpo esterno, il cui acronimo è HISB“HighIntensitySensorial Body”. A questo punto nulla di più logico che, mentre si prepara la coesione di questo corpo esterno, accada che un evento casuale di questa natura si inserisca come per magia. In verità questo accade anche durante le escursioni, gli stazionamenti e le pratiche, effettuate con il corpo esterno HISB. Da qualche parte ho anche indicato che portavo via con il mio corpo esterno delle parti di struttura prese in quei luoghi raggiunti dopo aver passato i varchi che abbiamo descritto.
Cosicché tornando a questa mattina mentre preparavo la coesione dell’HISB si è aperto un varco dimensionale casuale e mi sono trovato nello stesso posto dov’ero nella realtà ordinaria, con la leggera differenza che dal corridoio della casa filtrava una luce indicando che la porta principale dell’appartamento era aperta. Sapendo cosa stava succedendo mi sono messo, con l’HISB, ad osservare bene tutti i particolari visibili del luogo che conosco molto bene in modo ordinario. Questi eventi insoliti di collegamento diretto casuale con l’energia vanno sfruttati a proprio vantaggio osservando intensamente tutto quello che è osservabile fino a quando inevitabilmente non svanisce nello stesso modo in cui si è presentato. Ricordo che a volte, trovandomi in HISB durante uno speciale stato di intensità energetica, ho potuto prolungare un prodotto casuale di questo tipo con interventi voluti e potevo vedere l’energia andare incontro al mio volere e desiderio, elargendomi in regalo i pezzi di struttura che creava dal nulla dietro mia indicazione, proprio lì davanti e solo per i miei occhi. Devo specificare che questo evento casuale faceva interagire una fascia di dimensione vibrazionale casuale con le fasce occupate dal BOSN e dall’HISB che era attivo. Dallo stato base ordinario ero entrato in quello esterno che quando è attivato per presenza in HISB ha una vibrazione diversa e da questa duplice collocazione potevo interagire con la fascia di dimensione vibrazionale casuale. Mentre la tecnologia sta programmando gli ologrammi virtuali, i cacciatori possono usufruire della loro rete neurale che collegandosi direttamente all’energia proietta ogni genere di creazione e di forme.

Immagine

(13,6cm1mafila) – Paralel – L’esperienza è del doppio, un corpo esterno neurosensoriale ad alta intensità dopo essere entrati nella fascia di dimensione vibrazionale degli EENC. I passaggi avvengono in vario modo e quella di questa foto è solo una pallida idea.

La conoscenza specifica di questi eventi, diverrà per i cacciatori una base di programmazione logica, ragionata ed ordinata, poi con i neurosensi specifici, essi, potranno evolvere l’intero settore.
Le descrizioni dettagliate di questi fatti divengono sempre troppo lunghe ed inevitabilmente stancano sia chi le descrive che chi le legge, quindi vi dico che ho proseguito e fatto tante altre cose su questo genere per un centinaio di minuti, poi sono rientrato, mi sono potentemente stirato sul letto e alle 05.30 senza dolori osteoarticolari sono andato a fare colazione. Trattare l’energia direttamente dona benessere e vitalità e quando durante le mie escursioni nel corpo esterno mi trovo casualmente oltre un varco in una fascia di dimensione vibrazionale differente, mi dedico a quell’evento interamente e se mi garba mi prendo qualche pezzo da portare via. Delle volte mi è capitato di portarmi via un animale domestico o un essere umano che ho sistemato in uno dei mondi creati dal mio HISB.
L’HISB è un creatore e questo fatto lo distingue enormemente dal corpo della realtà virtuale che si raggiungerà futuristicamente con la tecnologia informatica. Infatti in questo ultimo caso si tratterà di ambienti ad architettura programmata e anche quando fossero completi di algoritmi generativi non sarebbe comunque la stessa cosa, visto che quello che accade con il corpo esterno neurosensoriale, accade per accesso ad un varco dimensionale differente. L’HISB è un vero e proprio ponte per un’altra fascia di dimensione vibrazionale, vicina ed affine più di quanto non lo sia quella ordinaria del corpo fisico BOSN. Ho idea che la tecnologia informatica, quando arriverà a questo livello, nel futuro, potrà essere utile in qualche misura al percorso energetico, ma saranno fatti che dovranno essere valutati, appunto, nel futuro e come sapete la Rivoevosofia non tratta le PISC, salvo farlo occasionalmente mediante la parte dell’MCS considerata inutile, ma utilizzabile secondo le circostanze. Le PISC, sono le previsioni, le ipotesi, le supposizioni e le congetture di cui il software dell’MCS, la mente collettiva di sistema, è intrisa.

Ora, lettori-cacciatori ascoltate bene!!…

Immagine

(3cm2ndafila) – 1378, la realtà virtuale e l’informatica, potranno essere impiegate con profitto dai cacciatori, visto che sposteranno all’esterno del corpo fisico un corpo neurosensoriale mediante l’impiego di ausili.

Tutti gli esseri umani, dai più grezzi agli artisti, immaginano “impiegano l’immaginazione” a vari pallidi gradi, visualizzano e proiettano, sempre a vari pallidi gradi, perché la loro energia è fortemente decurtata da altre faccende che li riguardano fintanto che sono coerciti dall’MCS all’interno del paradigma dell’evoluzione biologica ma …non oltre. Quando la specie umana produrrà quelle stesse cose che abbiamo descritto ad alta intensità, diverranno automaticamente creatori di forme energetiche per mezzo della propria rete neurosensoriale e si proietteranno all’esterno con una facilità irrisoria, senza dover attendere l’evoluzione tecnologica della realtà virtuale informatica.
A proposito, vi ricordate il musicista citato nel titolo di apertura, si tratta di un certo Mickey Hart che ha fatto un album in cui credo misceli il tataratatataratara… della pulsar delle vele con una musica appropriata e anche altre cose. Sicuramente reperirò questo album per utilizzarne il suono preso direttamente dalla pulsar. Ora rammento anche il titolo dell’album che dovrebbe essere “Global Drum Project”. Spero sia esatto, a presto.

ATTUALITA’: Commento di Kristina – del del 8.4.2014 – Ciao… questo è il mio primo commento e vorrei condividere la mia esperienza. E’ più di un anno che pratico ma un evento di questo tipo, indicato come EENC da Rivoevosofia, non mi era mai capitato. Sere fa, stavo facendo la mia consueta pratica con uscita in HISB e gli esercizi così come mi sono stati impostati dal mio istruttore, quando ad un certo punto sono finita nel viaggio astrale e mi sono ritrovata improvvisamente nello spazio. Per un breve tempo ho visto la terra dall’alto e subito dopo mi sono trovata davanti ad una piramide immersa da una bufera di sabbia dove sopra vedevo chiaramente un cerchio nero con il contorno giallo e luci colorate scendere giù (stile aurora boreale). Se devo spiegare cosa è successo non ho alcuna idea ma quella sensazione di leggerezza e benessere la percepisco ancora. Comunque la mia domanda è la seguente: “se quello che mi è capitato è uscire in HISB allora finora ci sono andata soltanto con la mente? Ti saluto Res…, a presto.
Commento successivo a pochi minuti di distanza di Kristina – …Volevo ancora aggiungere che ero totalmente cosciente e tutto ciò è durato max 3 min.. Mi sono impressionata un po’ onestamente…

Immagine

(13,2cm1mafila) – Obe, Un EENC dei “cenc” corpo energetico neurosensoriale casuale. Il Corpo astrale. Se ne parla molto in vari modi ma si tratta sempre dello stesso corpo senza organismo, di cui i cacciatori non tardano a fare esperienza.

Risposta di Rivoevosofia: Benvenuta ai commenti Kristina. Lungo le pubblicazioni che stanno via via arrivando troverai che nella fascia di dimensione vibrazionale degli EENC, il tempo e lo spazio non sono ancora operativi, proprio come annunciano i cosmologi nel tempo riferibile alla lunghezza di Planck. Quindi i tuoi tre minuti sono all’interno di un campo di energia che può rappresentare una misura di tempo e di spazio invalutabile. Poi posso dirti che mi è capitato una volta di fare un viaggio in shuttle, ero veramente ad alta intensità e quel viaggio durò molto. Arrivai su una stazione e da lì uscii per vedere bene la terra. Era meravigliosa e non era come me la sarei potuta aspettare, era diversa e probabilmente proprio come dovrebbe essere, soprattutto per la sensazione che me la faceva possedere con tutto il mio corpo ma non posso dire di più perché le sensazioni e le in.form.azioni di quel viaggio furono irripetibili. Ora seguo con la risposta che già ti ho inviato che come al solito, in genere, amplio e modifico leggermente.
In quella risposta ti dicevo che ti sei trovata di fronte al tuo primo EENC, un evento energetico neurosensoriale casuale e quello che hai indicato era il –cenc-“EnergyBodySensorineuralRandom”, un corpo energetico neurosensoriale casuale, che ti rappresentava perfettamente, ovvero era composto proprio come sei fatta organicamente e neurosensorialmente. La ricca letteratura dell’MCS, indica quel corpo come un c.astrale, il c.doppio, il nagual, un corpo di bilocazione e forse altro. La RES come sai è l’evoluzione dell’MCS e sotto quella guida sto cercando di ordinare tutta questa marmaglia di dati che generano confusione, quindi il “cenc”, è proprio quello che è e che deve essere. Si manifesta come un elemento della gamma degli EENC e appartiene alla fascia di dimensione vibrazionale dove avvengono tutte le manifestazioni casuali di quest’ultimi, quindi la terza fascia così come indicato in precedenza da Rivoevosofia.
Gli EENC della classe dei “cenc” hanno una intensità variabile che dipende dall’energia di quel momento e da tanto altro, molto imperscrutabile. A volte, personalmente, ho pensato che non sarei più rientrato nella fascia ordinaria, tanto era intenso e duraturo il vissuto che stavo sperimentando, e credimi, in quel posto e in quel momento tutto il resto assume dei colori diversi. Spesso quei vissuti sono talmente intensi che rimangono nei ricordi per tutto il tempo della durata del proprio organismo. Soprattutto allungano la durata della propria batteria organica, rilasciando energia extra.
Impiegando indicazioni conosciute il tuo primo EENC è stato sperimentato come un evento neurosensoriale casuale del viaggio astrale che si fa con quello che ho già indicato essere il proprio doppio o il nagual descritto dalla saga castanediana. Diciamo pure che è il corpo astrale, un corpo simile a quello fisico che abbiamo ma senza organismo, solo capace di utilizzare gli stessi neurosensi, magari ad una intensità ancora più elevata. Rivoevosofia indica che è insito nel proprio codice energetico di presenza avere delle in.form.azioni verso cosa e dove andare e per questo accadono gli EENC, poi infine la specie umana si incamminerà individualmente in quella direzione al collegamento diretto con l’energia. La specie umana si evolverà oltre il suo organismo, dove subisce il suo più gravoso ma indispensabile addestramento, un organismo che come sai dura un misero tempo per come viene calcolato nella fascia ordinaria, però riserva tante sorprese per tutti coloro che si evolveranno individualmente. Il proprio CEP“PresenceEnergeticCode”, codice energetico di presenza è una energia che sovrintende i border-line genetici di un organismo, quelli che Rivoevosofia indica come AR“RegulatorsAgent”, agenti regolatori del genoma organico. Si tratta di elementi che inquadrano e compongono interamente il programma dei 22.000 geni umani.

Immagine

(17,8cm3zafila) – Vivere-sciamanesimo. Il castanedismo ha avuto il pregio di fondare tutto il suo percorso sul doppio, il nagual, alias corpo astrale, accendendo cronologicamente le ultime speranze sull’immortalità della consapevolezza umana. Ora è il turno della tecnologia informatica.

Leggendo Rivoevosofia acquisirai la conoscenza specifica di tutto questo universo e dell’energia proprio come essa è e non solo come la possiamo utilizzare mediante ausili sotto l’egemonia dell’MCS. Gli EENC appartengono ad una fascia di dimensione vibrazionale casuale e gli accaduti si presentano spesso ai lettori-cacciatori che praticano le escursioni in HISB. L’HISB è un corpo neurosensoriale esterno molto vicino a quello che hai sperimentato e non è casuale ma il cacciatore se lo deve guadagnare aumentandone costantemente la coesione. Potremmo dire che un cacciatore inoltra il suo HISB mediante l’impiego della comune immaginazione, poi accade qualcosa e l’HISB diviene altro, perché quel cacciatore mediante le sue costanti pratiche riesce ad entrare nella fascia di dimensione vibrazionale esterna e se ne rende conto personalmente di essere collegato direttamente a quell’energia. Ad un certo momento dell’escursione e della pratica più evoluta, il cacciatore si rende conto di essere, allo stesso tempo in cui ha il controllo del suo corpo fisico immobilizzato o quasi, anche all’esterno nell’HISB. L’HISB è un corpo neurosensoriale della stessa natura di quello che hai sperimentato ma vive la contemporaneità con il corpo fisico BOSN, quindi è meno coeso di quello della sperimentazione, salvo in occasioni particolari, che spesso sfociano in EENC. La fascia di dimensione vibrazionale che occupa l’HISB è una sorta di ponte molto vicino agli EENC, quindi è più facile inoltrarcisi rispetto al passaggio diretto, che avviene sempre casualmente, dalla fascia di dimensione vibrazionale ordinaria del corpo fisico BOSN.
Durante la vita ordinaria molte persone incidentalmente, per loro caratteristica energetica, hanno a che fare con EENC di vario tipo a vari gradi di intensità ma sembra che pochi riescono ad avere vere e proprie esperienze del doppio, nagual o corpo astrale che indichiamo come il corpo neurosensoriale “cenc”. Rivoevosofia sta ordinando questo settore e gradualmente la conoscenza specifica si farà strada, allora la bilocazione, il deja-vu, il morphing, le apparizioni, diverranno fattori dell’energia acquisibili e non destabilizzeranno mai i lettori-cacciatori. Il vero problema non è preoccuparsene, perché le esperienze che si ripetono risolvono il caso, semmai è cosa farci… e Rivoevosofia, dopo migliaia di anni assumendo il precedente percorso dell’MCS, lo risolve. L’HISB è quindi il ponte neurosensoriale per entrare direttamente nel mondo dell’energia e di lì fare tutta una serie di genere di cose che riguardano il collegamento diretto con essa senza impiego di ausili.

Immagine

(17,8cm1mafila) – Virtual Reality. Gli ausili saranno probabilmente molto utili. Tra loro la Realtà Virtuale. L’attuale momento evolutivo è entrato in potente accelerazione sia sul fronte tecnologico che su quello energetico al collegamento diretto.

Mia madre, prima di morire ebbe molti EENC e l’entrata di quell’area energetica la fece durare e stare meglio, quindi è andata via nel migliore dei modi. Gli spiegavo tutto impiegando per lei una forma familiare, quella religiosa e mi stupivo io stesso che un anziano di quasi 90 anni in fin di vita avesse quelle uscite ma in fondo, era la madre del primo emissario di Rivoevosofia che per 40 anni non aveva fatto altro. Per il momento non ti spaventare mai e assorbi quell’energia, cercando, semmai, quando ti trovassi ancora in quella zona di rimanerci senza disperderti. Hai avuto esperienza di come si vive senza un corpo organico!… Che ne dici? L’HISB fa cose incredibili e porta oltre i propri precedenti confini. Confini dove gli EENC sono a portata di mano. Nel primo corso di Rivoevosofia sono state narrate tante esperienze particolari di cui potresti fornirti ma visto che ora hai iniziato il secondo e più evoluto corso, il quale tratta i reblog dei precedenti accaduti, non ti resta che avere pazienza seguendo costantemente le letture. Potrai in breve, avere in mano tutta la conoscenza specifica di quello che serve e del motivo della presenza in questo universo del pianeta più evoluto che si possa trovare tra trilioni e trilioni di miliardi e miliardi di galassie e anche degli organismi che in esso si sono maggiormente evoluti. Non ti fermare, abbiamo solo l’energia che abbiamo… a disposizione e serve per raggiungerne altra e proseguire. Dico questo al posto di dire che abbiamo un misero tempo ma Rivoevosofia sta continuamente evolvendo le indicazioni di un software che in questa sede sarebbe oltremodo inadatto. Già ho fatto notare che Rivoevosofia tratta l’energia dove il tempo e lo spazio vengono annullati perché possono agire soltanto ad un ordine di grandezza differente rispetto a dove operano i cacciatori durante le fasce di dimensioni vibrazionali non ordinarie. La cosmologia scientifica indica la lunghezza di Planck e l’interno di un buco nero esenti da tempo e spazio ma quelle sono solo teorie.
Sono ripetitivo, perché la mente forma progetti di confusione quando si trattano i temi del collegamento diretto con l’energia, quindi i dati significativi devono essere sufficientemente e costantemente rinforzati. Come sempre ai lettori-cacciatori dico di leggere e leggere sospendendo tutte le loro vocine interiori. La conoscenza specifica dell’energia non si manifesta a vocine, si consegue con lettura e pratica e quando arriva non è mai maldestra e non agita o confonde. Al prossimo utile commento Kristina, da Rivoevosofia.

Immagine

(17,8cm2ndafila) – Visualizza… Canino lettore-cacciatore ma forse lui ancora non può cacciare in HISB. Per il momento si addestra alla sola lettura.

MEMO FISSO: Sono stati riversati e pubblicati dati in evoluzione costante e proprio per le oggettive difficoltà di assemblaggio dei dati dovuti a questo fatto, si sta procedendo a rebloggare e ad aggiornare. Sia i lettori-cacciatori di precedente corso che quelli in arrivo si potranno giovare di questo arretramento che comunque manterrà un costante collegamento evolutivo con questa pagina di attualità.

INFO per tutti i “lettori-cacciatori”: Ogni tanto i reblog potranno essere sospesi per dare spazio ai commenti, quando questi instaurano delle risposte molto prolungate. Commenti che divengono di grande utilità perché danno modo a Rivoevosofia di rispondere allargando ulteriormente gli scenari ed evolvendoli a vantaggio di tutti gli altri lettori-cacciatori. I commenti sono semplici da effettuare su wordpress e Rivoevosofia risponderà ad ogni lettore-cacciatore che commenterà su questo blog ma poiché dopo un certo numero di giorni questo blog cancella le foto, indispensabili per l’implemento e l’alleggerimento della lettura, Rivoevosofia invita a consultare il blog “tumblr”, nel quale le stesse foto sono sempre presenti.

Immagine

(17,8cm2ndafila) – Vibrisse gatto. “Ahò…, finalmente mi posso lucidare le unghie e mi rilasso. Aaaah!… che benessere quando finisco!. EENC di qui, EENC di là, vibra sotto, vibra sopra, non finiva mai!!…”

INDICE VALUTATIVO PRATICHE ENERGETICHE: Vengono esaminate le tecniche Ci sono molte esperienze che riguardano gli EENC.cenc quindi riferibili al corpo astrale. In questi frangenti vengono unificate le tre fasce di dimensioni vibrazionali: ordinaria, esterna neurosensoriale ed esterna neurosensoriale casuale. Il periodo della pubblicazione che è stato rebloggata è di ottobre 2013 e in quel periodo il settore delle dimensioni vibrazionali utilizzabili dai cacciatori non era ancora stato ordinato. Poi in attualità abbiamo una lettrice-cacciatrice praticante, per la prima volta alle prese con uno spostamento fuori dal corpo con l’astrale, in pratica in EENC di tipo –cenc-“EnergyBodySensorineuralRandom”, corpo energetico neurosensoriale casuale.
Queste parti dell’indice valutativo di ogni “reblog” potrebbero essere confezionate per avere una mappa di recupero dati dell’intero insieme. Vengono redatte per facilitare il compito del recupero di dati continuamente frammentati. Già venne spiegato che Rivoevosofia entrando nel blog tratta le esperienze che vengono continuamente effettuate, giorno dopo giorno, quindi non c’è altro modo che andare a caccia di dati e questo reblog, elaborato così, ne è l’opportunità.

To be continued

Annunci

3 pensieri su “R.E.S. – RivoEvoSofia – “Reblog.22” del 20.4.2014

  1. Ciao Res,
    stavo riflettendo sulle grandi opportunità delle tecniche di cui abbiamo discusso nei post precedenti, Un ulteriore domanda o meglio considerala una curiosità:l’hisb è un corpo creatore e non sottoposto alle leggi del tempo e dello spazio. Essendo in grado di eliminare eventi passati spiacevoli che ci fanno ancora “sanguinare” può anche compilare un nuovo foglio-membrana futuro a proprio piacimento???????

    • Ciao Michey, leggendo questo tuo breve commento ho commentato io stesso con un altro cacciatore effettuando una battuta nel dire che un certo lettore-cacciatore si era fatto molto ardito. Tanto per dire che ti lanci molto bene in avanti e sei stimolante per tutti. Sai, se Rivoevosia fosse un software solo in minima percentuale somigliante a quello precedente, potremmo effettuare insieme molte ipotesi e congetture. Rivoevosofia va passo dopo passo e quello che instaura viene messo in campo quando se ne sono acquisiti DACS.cde sufficienti da accadimenti assunti in regioni EENC. Però nulla ci vieta di effettuare delle ipotesi, comportandoci per 5 minuti da MCS e quello che posso dirti è che non ci sono limiti all’energia. Dobbiamo però mettere in campo il minimo necessario per togliere ogni ragionevole dubbio che un fatto possa avvenire per tutti. Un cacciatore se ha energia e non come me si deve occupare troppo di altri fatti prioritari, potrebbe aprire continuamente fascicoli di fogli membrana dalla dimensione vibrazionale esterna con il suo HISB e instaurare sulla rete neurocerebrale del suo BOSN un percorso valido che possa essere seguito nell’avvenire delle azioni che andrà a fare nella situazione ordinaria. Nella dimensione vibrazionale esterna un cacciatore diviene un creatore con il suo HISB e tutto quello che vuole lo forma, quindi lì non ci sono problemi, ma viene da pensare che se vive in quella realtà esterna, sul tipo della realtà virtuale che stanno programmando per il futuro a livello informatico; dicevo se vive molto intensamente degli eventi, questi modificando automaticamente la rete neurocerebrale, modificano anche l’atteggiamento delle relazioni esterne ordinarie. Forse non sarà tutto possibile ma è un’idea perseguibile che comporta un certo accumulo di conoscenza specifica in DACS.cde. Senti Mickey ti ho risposto in fretta e in furia ma ho in animo di comporre una buona risposta e sistemarla in una pubblicazione con quella di Bellatrix. Appena saranno pronte e in uscita te lo farò sapere. Per il momento accontentati. Ciao alla prossima da Rivoevosofia.

    • Ciao Mickey, giovedi 1 maggio esce la pubblicazione con il tuo commento e quello di Bellatrix e relative risposte. La pubblicazione mi sembra molto buona e sopratutto molto utile. A presto da Rivoevosofia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...