R.E.S. – RivoEvoSofia – “Reblog.21” del 17.4.2014

Immagine

(16,8cm2ndafila) – Time-Portal. Wormhole aperto su altra dimensione. Cerchio giallo a sfondo nero

NUOVO CORSO AGGIORNATO ED EVOLUTO
DA REBLOG.1 DEL 22.2.2014 PER “NEW ENTRANTS”
(Attenzione questo non è un Reblog, ma la pubblicazione di un commento
di Mickey Mouse con la risposta di Rivoevosofia)

Immagine

(14cm2ndafila) – Pizapcom, Saggezza indiana. Donna con lupo. Sfondo nero. La magia degli antichi toltechi.

Titolo: Tutto si basa a partire da un commento di Mickey Mouse che non è di poco conto perché tira in ballo la ricapitolazione castanediana proveniente dagli antichi toltechi, tenendo conto che la personalità dell’autore ha plasmato tutto questo cammino. Carlos Castaneda è stato l’ultimo grande modernizzatore dell’MCS nella direzione della trascendenza. Recuperare l’energia dispersa dalla propria storia personale passata era uno dei crucci del programma castanediano e il “conseguibile” dalla ricapitolazione era stato ammantato di un certo mistero sul potere che ne sarebbe conseguito, nonostante la sua pratica fosse sufficientemente semplice. Il secondo obiettivo del commento riguarda le tre aree dell’MCS che i cacciatori debbono apprendere a manipolare per non disperdere energia; viene quindi elaborata una “spending” di ultima generazione sul rifornimento di energia extra necessario ai cacciatori e di cui la SCCR è la prima stazione. Per finire, “attualità” tratta dei punti di vista cosmologici utili a Rivoevosofia che partono dalla valutazione della “lunghezza di Planck” associata al big bang. Attualità è proprio qui di seguito, buona visione.

ATTUALITA’: Ho effettuato da poco una sintesi di quello che è stato presentato da alcuni ricercatori cosmologici nella serie televisiva “Storia dell’Universo” del canale “Focus”. “Alla lunghezza di Planck “una misura di misura non misurabile”, lo spazio e il tempo cessano di esistere. Il tempo è lo spazio sono proprietà emergenti dell’universo quando inizia ad assumere le sue prime dimensioni, quindi quando si entra nell’area del mondo tanto piccolo della meccanica quantistica, lo spazio e il tempo non ci sono ancora e si formeranno successivamente come proprietà di una certa grandezza. Come era l’universo prima del big bang è legato alla misurazione della lunghezza di Planck. Sono le nostre origini, stringhe che vibrano prima di ogni minima manifestazione. Cosa sarebbero mai queste stringhe allora? Un cervello, una intelligenza non organica che nella sua attività vibrante contiene il codice di presenza dell’intero universo dal punto d’origine alla sua successiva trasformazione e anche di un prima e un dopo. Oppure le stringhe non sono che elementi vibranti ed immisurabili di una ulteriore emissione?”.

Immagine

(13,1cm4tafila) – Normal Super String-theory. Si trovano laggiù dove opera la lunghezza di Planck

Ci troviamo certamente nella totale baraonda delle PISC dell’MCS: previsioni, ipotesi, supposizioni e congetture. Da tutto questo Rivoevosofia può confermare che il tempo e lo spazio non esistono nell’energia e sono peculiarità condivise a vari gradi dalla capacità di ricezione degli organismi osservatori che possono condividere “circa” e limitatamente ad alcuni fattori, nella sola fascia di dimensione vibrazionale ordinaria di questo universo. Quest’ultima indicazione è particolarmente differente da quella indicata dalla meccanica quantistica con cui la comunità scientifica si barcamena: “Alla lunghezza di Planck –una misura di misura non misurabilelo spazio e il tempo cessano di esistere. Il tempo è lo spazio sono proprietà emergenti dell’universo quando questo inizia ad assumere le sue prime dimensioni, quindi quando si entra nell’area del mondo tanto piccolo della meccanica quantistica lo spazio e tempo non ci sono ancora, e si formeranno successivamente come proprietà di una certa grandezza”.
Con il sistema delle PISC, ci si può posizionare al di qua di tutto quello che si ha intenzione di trattare formulandone l’idea, alla stregua di un grande fratello o giù di lì. A questa idea date pure il nome che prediligete, perché come già più volte osservato, un nome non è che un nome. Rivoevosofia indica tutto quello che è possibile valutare da osservatori che hanno effettuato un’esperienza specifica e che possono condurre altri, decisamente, alla stessa esperienza. Quindi osservatori praticanti il collegamento diretto con l’energia e che per questo non hanno nulla a che fare con l’idea del “grande fratello”.
Da come si può vedere, qualcosa di utile emerge dal lavoro di ricerca cosmologico e l’area inutile può essere estrapolata da tutto quello di questo argomento che è ancora esageratamente fantastico, tanto da divenire inconfutabile.

Immagine

(12,7cm3zafila) – Multiversi. Lavoro cosmologico utile per Rivoevosofia

L’estrazione scientifica che è stata effettuata sul canale televisivo “Focus”, è un esempio di come il lavoro della comunità scientifica dell’MCS, divenga oltremodo utile alle valutazioni energetiche rivoevosofiche e al tempo stesso come quegli stessi dati possano risultare inutili appena oltre il primo ingaggio se, l’osservatore, in questo caso il cacciatore, non mirasse ad uno specifico collegamento diretto all’energia senza impiego di ausili.

Commento di Mickey Mouse del 6.4.2014Ciao Res… Ti scrivo per chiedere degli approfondimenti circa 2 cose. La prima è se è possibile avere delle delucidazioni sulla parte utile dell’MCS: è la parte logica, quella condizione che si raggiunge in fase di concentrazione e che ci consente di raggiungere degli obbiettivi senza distrazioni(dispersioni)????? Poi hai citato la ricapitolazione castanediana come metodica di recupero delle dispersioni passate. La Res l’ha completamente accantonata essendo sufficiente la SCCR (immettendo nuova linfa i vecchi rifiuti se ne vanno per una questione di spazio) o esiste una tecnica più evoluta???? Grazie anticipatamente a presto.

Immagine

(6,5cm4tafila) – Due mondi. La magia e le realtà separate del castanedismo

Risposta di Rivoevosofia: Caro Mickey, dobbiamo partire dal fatto che dopo essere nati siamo stati addestrati, istruiti, modellati neuralmente secondo le nostre peculiari propensioni energetiche di base. I nostri primi istruttori sono ovviamente i genitori e l’addestramento risente di quello già acquisito da loro, poi subentra direttamente il sistema mentale collettivo che ha già addestrato i primi due. Quindi pur tenendo presente nel nostre propensioni energetiche ad accettare più o meno un fatto, dobbiamo calcolare che non abbiamo scelta oltre il panorama che ci viene proposto dall’MCS. Si! propenderemo per le idee dei nostri primi istitutori, in parte, poi in altra propenderemo per altre idee acquisite dalla formazione generale che assumiamo via via lungo la strada. Quella formazione generale è il corral dell’MCS. Oltre quel corral è il buio e un individuo della specie umana non ha alcun dato riferibile a quel buio. Quel buio è materia oscura “wimp: interactive massive particle”. L’MCS per quel buio amplia il corral e con le PISC inventa ogni tipo di possibile idea ma questo non fa altro che ampliare il corral e il corral rimane un corral. Oltre quel corral ampliato non c’è neppure il buio. La cosmologia va avanti in quel niente con la “lunghezza di Planck” che scivola oltre la meccanica quantistica e dove non esiste né il tempo e né lo spazio. In quella lunghezza di Planck sorgono ipotesi di multiversi e tutto diviene energia basata su delle stringhe vibrazionali. Ogni stringa è possibilmente grande come un albero, ma solo se un neutrino divenisse grande come l’intero universo e le stringhe si potessero vedere al suo interno. Quindi il reparto cosmologico scientifico dell’MCS va avanti a colpi di ideazione eufemisticamente fantastica.

Immagine

(9,4cm3zafila) – Homepage. La teoria cosmologica delle Super Stringhe.

Ecco qui, caro Mickey, la nostra rete neurale balla su questa intera messe di dati. Tutto questo lavoro genera un addestramento utile, ci allena al di là della disciplina scelta. La nostra rete neurale si allena e se lavora molto “mind worked much”, diviene capace di spaziare con grande facilità ed elaborare da ogni esperienza. Quindi quella parte che addestra dell’MCS, è la parte utile indipendentemente dal tipo di addestramento conseguito. E’ utile perché allenata, proprio come un corpo ben allenato è pronto ad ogni performance. Se l’individuo ha di base un “brain well-built”, un cervello ben costruito il suo allenamento-addestramento diverrà più capace di utilizzare tutte le peculiarità dovute ai dati che è riuscito ad accumulare.
Se un soggetto non è un cervello di per sé ben costruito energeticamente alla base, acquisirà male i dati di cui la sua rete neurale farà esperienza e li destinerà maggiormente alla parte inutile e nociva. Cosicché quell’individuo non diverrà virtuoso e capacitativo e soffrirà oltremodo l’attività nefasta della mente collettiva di sistema. La parte nociva di questa è data dalla sua coercizione alla dispersione energetica, tutta improntata su una parte dell’umanistica che coinvolge con quelli che vengono chiamati sentimenti. Le azioni che mettono in subbuglio la propria rete neurale, “emozioni”, convolano a sentimenti impropri destinati sempre alla dispersione dell’energia. Sono innumerevoli le operazioni che vengono effettuate sull’asse della dispersione energetica e che viaggiano sotto la sigla dei sentimenti e dei subbugli emotivi.
Un cacciatore deve elevare al più alto grado le sue sensazioni e non le chiamerà emozioni, perché con il sangue non hanno nulla a che fare. Quelle sensazioni tanto elevate gli garantiranno accesso alle tre fasce di dimensioni vibrazionali e potranno godere della loro massima espressione nelle tre distinte fasce: ordinaria, esterna, degli EENC.

Immagine

(9cm3zafila) – Grizzly, un vero cacciatore con il simbolo di equilibrio della mano aperta. Controllo delle emozioni e sensazioni di elevata qualità

Nella fascia ordinaria il cacciatore non subendo le intercessioni dell’MCS, la mente collettiva di sistema, libererà le sue sensazioni senza alcuna zavorra ma con capace controllo e senza alcuna confusione perché non sottostà ad alcun errore o sbaglio dovuti ai criteri dell’addestramento nocivo. Parlo di un cacciatore liberato dalla parte nociva dell’MCS, compresa tutta l’inimmaginabile teosofia a cui la specie umana è stata fatta oggetto da migliaia e migliaia di anni. Un cacciatore è libero dalle dispersioni energetiche di ogni tipo, dovute ai riti, alle ripetizioni battitappeto che incidono la rete neurale ineluttabilmente e alle meditazioni, vere e proprie aree di dispersione energetica, talmente subdole da non poter essere qualificate. Nelle tre fasce di dimensione vibrazionale un individuo della specie umana deve utilizzare al meglio la sua rete neurale e questo non potrà mai avvenire fermando il processo del pensare ma lasciandosi liberi di interagire con le proprie attitudini energetiche.
Non ci sono quindi aree nette tra le tre zone dell’MCS: nociva, inutile, utile. Ogni individuo della specie umana deve saper impiegare il suo apparato neurosensoriale. Quando soffre di qualsiasi cosa sta soffrendo non fa che disperdere energia e questo è nocivo quindi da interrompere. Un cacciatore può non sapere quando utilizza fattori inutili che divengono nocivi ma si può accorgere quando questi lo divengono e questo deve essere interrotto in assoluto. La parte utile è il resto, tutto quello che non è nocivo, che fa stare bene, che non causa disagi alla propria rete neurale sia quando si è svegli durante il giorno che quando si dorme durante la notte e si sogna.

Immagine

(1,2cm3zafila) – 289, Donna sul letto coperta di mare, montagne e cielo, legge un libro ed è leggera nella veglia e nel sogno

Quando un cacciatore incappa in uno stato nocivo lo interrompe e fa questo con il metodo energetico rivoevosofico ormai di ultima generazione “dovrò spiegarlo bene appena possibile”. Con l’addestramento il cacciatore produrrà sempre meno aree nocive nella sua rete neurocerebrale e diverrà sempre più capace e pronto nel rendersene conto. Spesso un cacciatore, agli inizi, rimane in zona nociva soffrendo inutilmente per molto tempo prima di rendersi conto che sta in quella zona e prendere dei provvedimenti ma come detto con il tempo diverrà più solerte e agirà con maggiore tempestività, fino a rasentare il “tà, tà”, una sorta di “start and stop”.
Il cacciatore fa questo perché deve risparmiare energia ed avere sempre una carica di batteria utile che lo renda pronto a liberarsi in esperienze che gli fanno accumulare i DACS.cde di conoscenza specifica al collegamento diretto con l’energia senza ausili. Poi deve però andarsene a procurare altra extra se vuole procedere verso l’EOS“ObscureRisingEnergy”, perché quella di base non può essere sufficiente e per vari motivi che ho già spiegato in altra pubblicazione. In questa sede basti sapere che il cacciatore è anche un cacciatore di energia-extra.
Il cacciatore non va nel proprio passato per cercare di recuperare l’energia dispersa, perché quella dispersa è persa e non si può più riprendere. Quell’energia dispersa con atti del passato è tornata a far parte delle particelle di energia oscura di questo universo, quindi un cacciatore non tenta di recuperare quello che non c’è, utilizzando quello che ha, con il risultato di perdere ancora. Sembra quasi di indicare il vizio del gioco d’azzardo. L’MCS con varie opzioni tra cui le scienze psicologiche e quelle di pretesa trascendentale sul tipo della ricapitolazione castanediana ha inferto un colpo magistrale all’energia della specie umana. Gli ha procurato costanti dispersioni energetiche neurocerebrali che la spingono a provvedere al riguardo per mezzo di ulteriori dispersioni di gran lunga più subdole. E’ il caso di dire che la cura è peggiore della malattia indotta.

Immagine

(1,8cm1mafila) – MCS va in morphing con “Le Gatte” e da come si può vedere, la biricchina, se la ride!…

Con la ricapitolazione castanediana si pagava un alto prezzo di dispersione energetica soprattutto per le malcelate promesse di trascendenza e di una durata semi-infinita della propria consapevolezza che accumulavano nei seguaci un marcato senso ad attuarla costantemente con tutta l’energia disponibile notte e giorno. Il vantaggio della ricapitolazione era quello dovuto all’immersione tanto determinata che approdava in alcune aree di EENC ma questo poteva accadere ai soggetti maggiormente energetici e non sortiva altro che far correre avanti inutilmente il tempo inseguendo chimere senza sostanza. L’autore del castanedismo aveva avuto esperienza di quello che chiamò “il grande cerimoniere”. Gli era accaduto che durante un excursus sul suo passato a caccia di energia da recuperare, fosse entrato in un sogno da sveglio e si fosse trovato proprio nell’evento che stava ricordando. Questo tipo di accaduto EENC incrementa energia ed aveva contribuito a dare un senso a tutta la procedura ricapitolativa. Personalmente ho avuto spesso il “grande cerimoniere” ed infatti questo EENC al di là del nome che gli si vuole dare, è comunque un fatto energetico. Il problema è somigliante alla metafora del trovare dei soldi senza averli né cercati né formati. Non se ne saprà mai cosa farci e come fare per accumularli, quindi è del tutto inutile che indichi quanto sia migliore la tecnica di ricapitolazione castanediana rispetto a quella delle scienze psicologiche. Siamo sempre nell’ambito dell’MCS e tutto assume sfaccettature “multivariovalenti” ma il punto rimane quello che dà la possibilità di concludere l’evoluzione biologica: una marcata severa oppressione del suo software.

Immagine

(1,3cm4tafila) – 737, L’MCS, il giardino delle fate, opprime la mente facendo uscire un fiume di energia fino a creare un mare

Il cacciatore non perde energia cercando nel suo passato l’isola che non c’è ma ne impiega un minimo per disintegrare egli eventi che riemergono nella sua rete neurale in modo consistente e non si azzarda mai a rinfrescarli portandoli, sempre, nuovamente in superficie, come vorrebbe il software dell’MCS, alimentando la dispersione. Un fattore nocivo che è nel fondo non va recuperato ma distrutto e per fare questo il cacciatore prima si provvede di un HISB operativo poi, con esso, crea quell’evento proprio com’era e lo distrugge disintegrandolo come avesse in un dito un raggio laser, quindi al posto di quel foglio membrana disintegrato, ne crea uno dove si allieta in un beato vedere. Personalmente sono in una bella barca mentre vado incontro ad una cascata insieme al comandante della barca. La mia rete neurocerebrale acquisisce i dati e diviene sempre più marcata la creazione del foglio membrana sostitutivo della zona nociva trattata. Mi sono sempre personalmente meravigliato quando, dopo questo trattamento un fattore nocivo diveniva nell’immediato un’altra cosa. A volte è necessario ripetere l’operazione ma ogni volta il cacciatore vedrà da solo che quella zona nociva perde consistenza. Questo lavoro va fatto con i fattori emergenti dal passato che si vestono di nuovo e con quelli presenti che sono comunque un subdolo travestimento di quelli antichi. Come dire che se un individuo è stato addestrato ad essere una vittima, lo continuerà ad essere comunque, magari in altro modo e non comparabile con i precedenti. Un cacciatore in questo modo anche se tratta solo i fatti che gli accadono nel presente, raggiungerà anche quelli del passato che ne sono responsabili ed annullerà ogni cosa nociva del suo cammino precedente, senza perdere altro inutile tempo della sua vita, tanto corta…, ma!!…, stiamo parlando di un cacciatore rivoevosofico!? Quel tipo di individuo che vive un’incomparabile avventura energetica…, parliamo di lui… che dovrebbe avere una vita tanto corta?
Proprio in questa pubblicazione avevo accennato al fatto che vi avrei consegnato una tecnica energetica per provvedere ai disagi che vi procura la vostra porzione di MCS durante il vivere sotto la sua oppressione. Eccovi accontentati…, vi ho da poco descritto come agisco in determinate circostanze quando me ne vado in barca alle cascate.

Immagine

(4cm4tafila) – Australia, un bel paesaggio che sostituisce il disagio della mente nella propria rete neurale

In passato ho escogitato varie tecniche e anche molto efficienti per annullare i fattori nocivi che l’MCS produceva nella mia rete neurocerebrale. Impiegavo il corpo fisico BOSN e la battaglia era cruenta. Ora non c’è modo perché possa invitarvi a tornare dov’ero utilizzando quelle vecchie pratiche visto che avete una possibilità di ingaggio, di gran lunga superiore, una volta che avrete raggiunto una sufficiente coesione del vostro corpo esterno HISB. Cacciatori… che aspettate a mettere il turbo e magari anche il booster, vi potrete liberare di un evento nocivo con un semplice schiocco delle dita… si fa per dire.
Ora diciamo qualcosa del vento di radiazione solare SCCR. Si tratta della prima stazione di rifornimento interplanetaria per la quale non serve essere protetti dalla cabina. La cabina viene formata proprio con l’energia della SCCR e questo dà al cacciatore la possibilità di andare ad altre tre distinte stazioni di rifornimento, la prima delle quali si trova oltre la magnetosfera del nostro pianeta. Da come si può ora vedere, Mickey, la ricapitolazione è altra cosa e da non confondere.

ATTENZIONE: questa che segue è un’avvertenza per tutti i cacciatori
che sono già in grado di impiegare la prima stazione di rifornimento della SCCR.

Immagine

(4,1cm2ndafila) – b1295, Sole giallo con piccolo pianeta a sinistra su sfondo scuro.

Le ultime note sulla SCCR, dopo aver realizzato il doppio sole e i cerchi concentrici, invitano ad operare abbassando le palpebre del BOSN, quindi di concentrare tutto sull’HISB che aprirà due woho nell’area degli occhi del suo corpo esterno e opererà tutti gli interventi tutelativi con gli woho che gli necessitano. Se anche si fosse in forma splendida si opererà migliorando la funzionalità organica e dei sensi, poi ci si occuperà di pelle, ossa, vasi ed immunità. In seguito questi argomenti verranno trattati e per rendere efficaci le attività verso queste ultime indicazioni sarà necessario iniziare a mettere in campo gli AR “RegulatorsAgent”, agenti regolatori che occupano l’area della parte oscura del genoma. Regolatori dei 22.000 geni e susseguente azione dell’rna e dell’attività isa, immunoglobuline specifiche anticorpali. Ogni tanto il cacciatore alzerà le palpebre del suo BOSN per controllare la posizione del doppio sole e dei cerchi. Questa manovra migliora l’attività energetica di rifornimento, quindi la persistenza degli occhi aperti del BOSN, può considerarsi conclusa. Le particelle elementari utili passano attraverso la materia di ogni tipo e l’esposizione diretta serve solo momentaneamente per confermare la posizione dei soli e dei cerchi.
Caro Mickey, se considerassi insufficiente quello che hai sortito con il tuo commento, ti prego di farmelo sapere. Non potremo mettere ordine in questo universo con qualche ora ma nulla ci vieta di tentare, e senza bisogno di tornare al big bang… Ciao a presto da Rivoevosofia.

MEMO FISSO: Sono stati riversati e pubblicati dati in evoluzione costante e proprio per le oggettive difficoltà di assemblaggio dei dati dovute a questo fatto si sta procedendo a rebloggare e ad aggiornare. Sia i lettori-cacciatori di precedente corso che quelli in arrivo si potranno giovare di questo arretramento che comunque manterrà un costante collegamento evolutivo con questa pagina di attualità.
INFO per tutti i “lettori-cacciatori”: Ogni tanto i reblog potranno essere sospesi per dare spazio ai commenti, quando questi instaurano delle risposte molto prolungate. Commenti che divengono di grande utilità perché danno modo a Rivoevosofia di rispondere allargando ulteriormente gli scenari ed evolvendoli a vantaggio di tutti gli altri lettori-cacciatori. I commenti sono semplici da effettuare su wordpress e Rivoevosofia risponderà ad ogni lettore-cacciatore che commenterà su questo blog ma poiché dopo un certo numero di giorni questo blog cancella le foto, indispensabili per alleggerire la lettura, Rivoevosofia invita a consultare il blog “tumblr”, nel quale le stesse foto sono sempre presenti.

Immagine

(14,2cm4rtafila) – Puma, e animali nel mondo della stregoneria e delle pratiche magiche

INDICE VALUTATIVO PRATICHE ENERGETICHE: Vengono esaminate le tecniche trascendentali del progetto castanediano come la ricapitolazione e gli altri metodi per interrompere il dialogo interno mentale. Il software dell’MCS effettua il suo più elaborato tentativo a questo livello per convogliare le aspirazioni trascendentali della specie umana all’interno di un ulteriore ultimo “blindhole”, buco cieco. Il passato della ricerca interiore sino a quel punto fondato ad oriente del mondo si infiamma ad ovest mediante le assunzioni di pratiche definite “magiche” provenienti dagli antichi toltechi, nagual e stregoni. Ma viene anche esaminato l’indice di misurazione della lunghezza di Planck e il punto interno dei blackhole, dove il tempo e lo spazio non possono essere presenti in quella profonda espressione della meccanica quantistica. La lunghezza di Planck è un indice di misurazione che dovrebbe esaminare un punto che si trova molto indietro al big bang, quindi la meccanica quantistica si occupa del subatomico e a questo livello scende nel “profondo rosso” per modo di dire ma come la maggior parte della cosmologia astrofisica è tutta e solo teoria. Sono comunque dati che Rivoevosofia utilizza lungo l’evoluzione del suo software. Viene indicato cosa fare per non disperdere energia inutilmente e come utilizzare al meglio la SCCR, la prima stazione di rifornimento con un’ulteriore utile avvertenza. Vorrei incidere che proprio poco sopra è stata descritta la più evoluta tecnica energetica per distruggere i disagi della “mente”. Questa tecnica è efficace soltanto se effettuata dal corpo esterno HISB nella sua fascia di dimensione vibrazionale specifica.
Queste parti dell’indice valutativo di ogni “reblog” potrebbero essere confezionate per avere una mappa di recupero dati dell’intero insieme. Vengono redatte per facilitare il compito del recupero di dati continuamente frammentati. Già venne spiegato che Rivoevosofia entrando nel blog tratta le esperienze che vengono continuamente effettuate, giorno dopo giorno, quindi non c’è altro modo che andare a caccia di dati e questo reblog elaborato così ne è l’opportunità.

To be continued

Annunci

3 pensieri su “R.E.S. – RivoEvoSofia – “Reblog.21” del 17.4.2014

  1. salve Res; è da un po che non scrivo…ma eccomi di nuovo a raccontarti delle mie esperienze .
    Da tempo, ormai anni, soffro di una infiammazione scapolo omerale che non mi da tregua, in più costantemente la sottopongo a sforzi, sia per il tipo di lavoro che svolgo sia per l’attività marziale ( kung fu ) da me praticata.
    Ho provato ad attivare i woho non solo durante la pratica stessa, ma anche durante lo svolgimento di altre attività, quali ad esempio il lavoro o lo sport, uscire in hisb e andare al punto mirato del dolore, in questo caso la spalla, proprio nel momento stesso in cui viene sottoposta a sforzo.
    Devo dire che i miglioramenti sono stati immediati, il dolore si placa notevolmente e a volte sparisce del tutto.
    E’ stata per me una piacevole scoperta capire ke posso praticare in ogni momento della giornata e in ogni, o quasi, situazione!!!
    C’è dell’altro…già da tempo sono sempre più consapevole di riuscire in qualche modo a percepire l energia altrui.
    Ora confesso che mi rimane molto difficile spiegare questo concetto, perchè le sensazione energetiche vanno al di là di ciò che potrebbe essere una logica ragionata…cmq mi capita e concedimi il termine, quasi di decodificare le energie che provengono dalle altre persone…una sorta di senso senso molto più sviluppato.
    Questo all’ inizio mi ha comportato notevoli problemi, perchè a volte mi mettevo in comunicazione con energie che magari non avrei voluto sentire, che mi provocavano sensazioni spiacevoli, e mi davano parecchio fastidio.
    Ora per fortuna, continuando con le pratiche, lascio molto più più scivolare le sensazioni e gli eventi,evitando inutili dispersioni energetiche, mi libero a poco a poco della parte nociva del MCS, anche se non è sempre facile, anzi, ma vado avanti per questa strada, e mi rendo conto anche del mio cambio di comportamento, ora in qualche modo molto più Zen.
    Se una strada non porta da nessuna parte, è inutile e dannoso continuare a percorrerla, e per quanto difficile e dolorosa una scelta possa essere va cmq fatta.
    Scusa per la lunghezza del commento,…grazie e a presto

    • Ciao Bellatrix, bentornata. Il tuo commento è un salto in avanti per tutti quelli che ti leggeranno. I commenti come il tuo rinforzano chi già opera in tal senso e spinge chi ancora non si mette in gioco, quindi molti ti saranno grati e non ti devi certo scusare per la lungehzza del tuo commento.
      Riguardo a quello che hai fatto sulla scapolomerale proprio oggi trattando il mio ginocchio ho potuto elaborare che per curarmi bene è necessario che vada a cercare il piegamento che produce il disagio. Dopo aver cercato il punto lo riproduco in esterno e lo tratto. In questo modo ho una maggiore velocità ed efficacia rispetto al fatto di trattare il punto quando il locus non è dolendi. Forse avrai già notato questo ma quello che ti sto dicendo servirà anche ad altri. Comunque bel lavoro cara Bellatrix. Ci sono tante cose da fare e da scoprire al collegamento diretto con l’energia e tu sei partita bene.
      Ho già lavorato alla pubblicazione in cui ci sarà il tuo commento e mi sembra molto buona. Sarà per te una bella messe di dati, relativamente a tutto quello che il tuo commento ha suscitato. Avrò cura di avvertirti in anticipo del giorno in cui uscirà la tua pubblicazione. Per il momento circa quello che chiedi sulla tua capacità aumentata di rilevare dati dalle altre persone, stai agendo nel giusto modo ma in quella direzione ci sono molte proposte intriganti e le troverai in parte nella pubblicazione che verrà. Quelle sono doti neurosensoriali e devono aumentare vertiginosamente ma hanno necessità di essere pulite dalla parte nociva dell’MCS e tu stai andando bene. Per ora non ti dico di più ma ci sentiamo presto. Ciao da Rivoevosofia

    • Ciao Bellatrix, giovedi 1 maggio esce la pubblicazione con il tuo commento e quello di Mickey e relative risposte. Mi sembra tutto molto buono e soprattutto molto utile. Buona lettura e buon proseguimento da Rivoevosofia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...