RIVOEVOSOFIA REBLOG.16 “Energia” 30.3.2014

Immagine

(2,5-2nda fila) – 2030512 – Quattro gatti molto attenti alla tecnologia

NUOVO CORSO AGGIORNATO ED EVOLUTO
DA REBLOG.1 DEL 22.2.2014 PER “NEW ENTRANTS”
(Data di preparazione precedente: Post n.8 del 6.10.2013-PrimaParte-)

Immagine(2,2cm3zafila) – 6800731 Mani che si incontrano con le dita, una artificiale

Questo reblog è stato ricostruito interamente ed implementato rispetto al suo orginale

Titolo: Come anticipato nel post precedente, inizia la procedura per la conoscenza della mente, sono DACS.cde rivoevosofici naturalmente, quindi nulla di comune che sia stato divulgato durante i precedenti migliaia di anni. Grandi scienziati, il cui primo punto di riferimento per ciò che riguarda Rivoevosofia è stato il transumanista, singolaritarista, oggi direttore del reparto informatico della Google Ray Kurzweil, sono oggi interessati alla conoscenza della mente a scopo di replicazione. Proprio questo scienziato ha scritto un libro sul tema della conoscenza della mente. Questo è il futuro dell’evoluzione tecnologica per questo tema e va nella direzione di una Intelligenza Artificiale che sarà in grado di autoriprodursi ed alimentarsi senza intervento umano. Rivoevosofia, il cui interesse e gli obiettivi sulla mente sono molto differenti da quelli della tecnologia informatica, indica “cos’è la mente e cosa farci” ai fini dell’evoluzione energetica individuale della specie umana. L’individuo della specie umana deve fare i suoi primi passi e dare inizio al paradigma dell’evoluzione energetica perché quella biologica si è ormai conclusa. L’organismo umano non si evolverà più di così ed il prolungamento della sua esistenza, non come specie ma come individuo, è all’interno di altri paradigmi. Ce ne sono due, uno è il paradigma dell’evoluzione tecnologica e l’altro quello dell’evoluzione energetica. Nel reparto scientifico si parla ormai molto e spesso dell’evoluzione tecno-informatica e dell’immortalità dell’individuo sulla base degli ausili che il futurismo tecnologico porterà a corto raggio. L’evoluzione energetica è iniziata con Rivoevosofia e si avvarrà di quella tecnologica proprio come ha già fatto sinora.

Immagine(08cm4tafila) – Libro Sthephen Hawking “The grand design”

PRIMA PARTE
Quello che fa la tecnologia e l’informatica è stato ed è per Rivoevosofia di primaria importanza, quando alcuni cacciatori rivoevosofici formati con neppure il 10% dell’attuale conoscenza vollero iniziare ad introdurre le prime pratiche d’in.form.azione, venne stabilito che chi si fosse in quel periodo avvicinato al software rivoevosofico, avrebbe dovuto leggere attentamente il libro “la Singolarità è vicina – The Singularity is near” di Ray Kurzweil. In quel periodo fu questo testo il punto di rifermento. Come si trattasse di un percorso energeticamente preimpostato, poco dopo questo scienziato annunciò il trailer del film dallo stesso titolo, informando al tempo stesso che stava preparando un libro dal titolo “come è fatta la mente e come costruirne una”, con il chiaro obiettivo di iniziare la produzione di un data-base per la prima intelligenza artificiale che potesse raggiungere la singolarità, ovvero il primo seed.AI, il primo seme. Il primo seme di una intelligenza artificiale è singolaritaristico per il fatto che raggiunge la possibilità di provvedere energeticamente a se stesso, a implementarsi e riprodursi tecnologicamente senza alcun intervento terzo. La singolarità è una parola con cui il team scientifico cessa di effettuare previsioni, ipotesi, supposizioni e congetture, perché la mente umana non è più in grado di formulare altro che possa andare oltre.

Immagine(3.1cm3zafila) – A-cee 2 – Robot su foglio giallo e testa di un soggetto tipo umano sopra

Tornando a noi, le descrizioni della realtà virtuale, definita futuristicamente dallo scienziato “seconda realtà” erano così interessanti e talmente appropriate alla “realtà sensoriale esterna rivoevosofica” che i dati tanto ben elaborati da questa sezione dell’MCS, la mente collettiva di sistema, furono accolti ed inseriti nella parte dell’addestramento utile che è rivoevosoficamente indispensabile all’evoluzione energetica individuale.
L’acquisizione dei dati tecnologici insieme a quelli del reparto scientifico cosmologico il cui sviluppo dei dati è strettamente correlato alla tecnologia astronomica, sono indispensabili per acquisire le in.form.azioni utili all’evoluzione energetica, quindi: “zona di caccia rivoevosofica“.
“Ed ora una riflessione: quando il reparto tecnologico dell’MCS si approprierà dei dati rivoevosofici sulla mente, volerà più avanti e come fosse un serpente che si morde la coda, diverrà ulteriormente utile alla Rivoevosofia.

Immagine(14,4-4tafila) – RayKurzweil “How to Create a Mind”

I dati su “come è fatta una mente e su come costruirne una” ad impiego per intelligenza artificiale, si addizioneranno a quelli su che “cos’è la mente e cosa ci si deve fare” per evolvere all’energia direttamente lasciando la biologia organica. Questa collaborazione unificata sancirà una linea di demarcazione e influirà anche sull’architettura informatica e sulla realtà virtuale del futuro”.

Ed ora eccoci alle in.form.azioni iniziali.
la mente e i suoi segreti:
la grande manipolatrice delle reti neurali umane e dei loro sogni.
Immagine
(7-4tafila) – Scimmia che esulta “Evviva stasera vado al concerto”

Non concluderemo un fatto di questa portata qui in questo post e neppure con le altre due parti, ma era utile iniziarne il percorso. Vi assicuro che non ci sarà bisogno che venga illuminato in via definitiva qui, perché non appena avrete assorbito dati sufficienti potrete acquisire lo “scivolo” per fare da soli arrivando facilmente alle conclusioni. Si tratta solo di andare in una direzione diversa da quella in “auge” da migliaia di anni e non c’è assolutamente nulla di complicato in questa deviazione, salvo deciderne l’attuazione. I lettori-cacciatori non devono che attendere l’accumulo di dati che si sommano con la lettura rivoevosofica e tutto quello che dovrà avvenire avverrà. In più di un’occasione ho inciso in alcuni interlocutori: “toglietevi i dubbi”, gli dicevo, “ma non dalla mente, dovete soltanto sospendere lei…, la mente, quando ve li causa… i dubbi, perché quando sarà denocivizzata non lo farà più e al contrario la parte utile del suo software vi sarà oltremodo utile”.
Ora vi presento chi ci guida: l’M.C.S., la mente collettiva di sistema con una delle sue porzioni costruite sulla base dello specifico e personale addestramento che riguarda ogni essere umano.

Immagine

(5,6-3zafila) – Coscienza collettiva – Testa di uomo su sfondo azzurro cupo

Ognuno di noi è venuto al mondo urlando e forse sapeva bene cosa lo aspettava perché l’evoluzione biorganica è formata principalmente dalla guerra e non dall’agognata, anelata corta pace che dovrebbe giungere solo alla fine di ogni lunga guerra. Appena generati, la maggior parte degli esseri umani, salvo i “senza chance”, hanno ricevuto le cure dei loro due primi tutori e questi fortunati hanno iniziato ad incamerare ogni sorta di sorriso, amore, tenerezza, amicizia e protezione. In quel primo periodo, tutto quello che ruotava intorno forniva questo genere di cose e il software dell’MCS aveva iniziato il suo corso. Per arrivare a rendersi conto della situazione l’organismo individuale avrebbe dovuto crescere ma comunque non avrebbe potuto capire, perché l’oppressione che spinge all’evoluzione oltre la sfera biologica glielo avrebbe scientemente impedito.
I triksters, gli ingannatori a buon fine, proprio come quelli indicati nella storia castanediana, ci sono, ma non sono realmente in quella storia, sono proprio qui e non sono consapevoli di quello che fanno. La maggiore percentuale della specie umana diverrà tutrice e questo fatto sarà opportuno fino a quando l’evoluzione biologica organica non sarà giunta al suo asintoto paradigmatico. Lo scienziato Ray Kurzweil indica che questo fatto avverrà riguardo all’evoluzione tecnologica. L’idea sarebbe quella basata sull’evidenza del fatto che gli organismi su questo pianeta non si potranno più evolvere oltre la specie umana, quindi l’evoluzione diverrà tecnologica-informatica. La specie umana si modificherà non più per conto dell’organismo spinto dalla coercizione ad evolversi come organismo ma quella stessa coercizione lo spingerà ad evolversi mediante la tecnologia. Il ragionamento-logico depone interamente per questo fatto ma questo è il limite oltre il quale soltanto l’evoluzione energetica può andare. Come in altri casi è necessario accumulare sufficienti DACS.cde per raggiungere questa conoscenza specifica. Rivoevosofia indica un fatto certo ed è quello che la tecnologia-informatica ha rappresentato sinora e rappresenterà anche il futurismo dell’evoluzione energetica e anche per questo è necessario raggiungere una conoscenza specifica.

Immagine
(1,9-3zafila) – Gatto forte, colore beige con braccia in alto per impaurire tutti gli altri

Sono il primo emissario di Rivoevosofia e questo software energetico nel 2008 mi ha consentito l’accesso alle sue classi elementari. Mentre iniziavo i miei compiti su questo scenario ormai raggiunto e in realtà perseguito da decine di anni, mi venne di preparare un messaggio carino. Quel messaggio divenne poi impiegato come iniziale informazione da coloro che volevano introdurre le pratiche neurofisiche rivoevosofiche, e fu inserito nel primo dei giornalini che furono distribuiti non molto tempo fa. Lo troverete proprio qui di seguito.
“Alla fine del 2008, dopo alcune decine di anni di ricerca, iniziò in via definitiva il percorso rivoevosofico e quello che segue fu uno dei primi messaggi che si incunearono nella mia rete neurale. Fu inserito nel primo libro inedito preparato sulla scia della spinta di Rivoevosofia, un nome assunto per identificare un software energetico che si occupa di collegare gli individui della specie umana direttamente all’energia senza impiego di ausili, per conto dell’EOS. Rammento quei momenti con dolcezza per essere stati i primi passi che dedicavo ai miei amici perché potessero assimilare la conoscenza con cui l’EOS“ObscureRisingEnergy” mediante Rivoevosofia mi stava facendo dono. Erano nate le elementari rivoevosofiche”.

Immagine(17,5-4tafila) – Universo, mondo con luna colori scuri con fuxia e indaco

Quel messaggio diceva:
“Quando arrivi a questo mondo, qualcuno ti dice chi sei,
e tu non sei in condizioni di dirgli che lo sai che non lo sei.
A quel qualcuno comunque non importa che tu lo sappia o no,
quindi insiste e ti dice che hai un’intera vita davanti a te
e che prima possibile devi conoscere te stesso,
il tuo io e quanto esso sia importante.
Sarai introspettivo con tante intro.aspettative.
Ecco, noi andiamo da un’altra parte,
torniamo laggiù per ricordare chi siamo”.

Immagine(9-4tafila) – Gufo occhi decisi quasi cattivi sfondo colori scuri

Dopo di allora i fatti si sono incredibilmente evoluti e non si fermeranno. Ora siamo all’ammodernamento delle pubblicazioni precedenti e ormai il “reblog” è entrato in una fase di forte accelerazione.
Iniziamo con alcuni dati significati sul comportamento della “mente”, questa mai indagata. “Prima o dopo questa considerazione sul perché non sia mai stata indagata, diverrà ovvia ma sarà il “jus primae noctis” dei lettori-cacciatori rivoevosofici quando inizieranno il percorso che li condurrà al collegamento diretto con l’energia senza impiego di ausili chimici, meccanici e tecnoinformatici.
La mente di sistema collettivo annette ogni singolo individuo a se stessa, lo firma, lo identifica e lo addestra, quindi, “a seguire”, un organismo della specie umana, se lo desidera può distinguersi e riconoscersi in un gruppo per mezzo di una strutturazione talmente ampia che gli lascia un falso senso di libertà di azione.

Immagine
(17-3zafila) – Tv rincretinisce, uomo tv che beve il cervello di un omino

Ogni cosa in questo universo, compresa la parte organica, è soggetta a specifiche costrizioni. Gli organismi biologici ne hanno principalmente tre al budget di partenza: si nutrono, si aggregano e si riproducono e queste tre coercizioni di tipo biologico sovrintendono a svariate multiple attività coercitive di riferimento. Gli organismi umani in qualità di ultimo e più evoluto organismo, che deve necessariamente evolversi dalla struttura del suo pianeta, viene soggetto ad un’ulteriore coercizione che diviene sempre più opprimente man mano che la sua evoluzione biologica raggiunge il suo apice asintotico. Quest’ultima coercizione di cui vi parlo, non è biologica ed è stata chiamata rivoevosoficamente mentalizzazione. Essa si occupa di spingere la specie umana all’evoluzione e lo fa opprimendola per scalzarla da un addestramento iniziale necessario alla sola evoluzione biologica, ma non ad andare… oltre. Gli organismi di tipo umano non si fermeranno alla struttura del loro organismo deputata a durare limitatamente e soltanto come collettivo, ma assolveranno il quesito evolutivo energeticamente e individualmente come RES. Il collegamento con l’energia sarà diretto e supportato dalla tecnologia informatica, la quale rimarrà il fantastico ausilio di conoscenza ed evoluzione dell’MCS, la quale continuerà il rapporto diretto con la specie umana nel suo solo ruolo tecnologico.
Cosicché tutto quello che avete sentito e visto fare dalla specie umana su questo pianeta da migliaia di anni, e parlo delle azioni nefaste dovute alle guerre intestine che a partire dalle minime liti ad effetto drammatico si propagano fino ai popoli di tutta la terra, è esattamente quello che deve avvenire, senza che ci si debba scomodare a chiedere lumi agli indirizzi del sistema collettivo mentale, scomodando i settori della scienza della filosofia e della religione. Infatti questo sistema propina da migliaia di anni le solite stereotipate indicazioni con applicazioni che, appunto, vanno dalla religione alla filosofia e alla scienza.

Immagine(17,7-3zafila) – Vibrisse Gatto, che si lecca la manina bianca

“A questo punto, in precedenza avevo scritto che ero stanco ma che vi incitavo a proseguire con me perché sentivo che avrei perso dei dati per strada e questo volevo assolutamente evitarlo. Infatti una volta che avrete assunto tutti i dati su che cos’è che…, e non chi… ci guida e come dobbiamo impiegarlo utilmente, per moltissimi di voi tutti i precedenti problemi che la mente vi ha procurato e che vi sta procurando, potranno sciogliersi come neve al sole e in sostanza un addestramento utile ne sostituirà gradualmente uno sostanzialmente nocivo. Adesso però vi invito a sospendere e a passare, quando lo desiderate, alla seconda parte del post, dandomi un piccolo tempo, ma proprio piccolo per metterlo in rete”.
Io intanto vi dico che faccio subito subito, mi vado a fare un caffè miscela arabica al 100%, con uno zucchero che ha una piccola percentuale di melassa “Panela”. Impiego questo zucchero per disporre di discreti quantitativi di potassio e altri minerali utili al potente rapporto con l’attività di tipo fisico contrazionale a cui il corpo fisico BOSN viene sottoposto dalle pratiche rivoevosofiche. In questo post che sto rebloggando ho trovato un appunto sul fruttosio. Anche questo ultimo zucchero che deriva dalla frutta è stato tacciato di carcinocinesi e bollato con infamia. L’MCS fa ingerire ogni genere di mondezza, per poi dire che è mondezza e pensate un po’, proprio così deve fare il suo sistema mentale collettivo ma i cacciatori dovranno avere tempo per capire in che modo la nocività dell’MCS chiude attivamente verso l ‘evoluzione della specie umana. Oltre al caffè e a quel tipo di zucchero, aggiungo 20 grammi di cioccolata fondente al 70% e 20 grammi di mandorle o pinoli con una dose di circa 10 grammi di proteine in polvere “quelle di latte microultrafiltrato all’80% vanno bene” (80%minimo). Nella proteine ora va di moda il sucralosio e con buona probabilità sarà l’ulteriore futura mondezza, ma la quantità di questo edulcorante sintetico in così poche proteine è minima e va considerata compatibile, perché lo stesso alimento senza edulcorante non è in vendita. Poi durante la giornata per gli snack assumo a turno 5gr. di proteine con un cucchiaio di Panela e in altra occasione una manciata di pinoli e mandorle insieme a un cucchiaino di Panela.

Immagine(7,8-3zafila) – Gatto con gelato, due gattini che lo mangiano insieme

Perché vi ho raccontato cosa assumo?
Quando diversifico in questo modo è solo per dirvi che le attenzioni
per il corpo fisico BOSN devono sempre essere al primo livello
Non si va al collegamento diretto con l’energia senza l’ottimizzazione del BOSN
Al contrario la mancanza di cura igienistica nei suoi confronti
depone per maggiorare il proprio inferno personale su questo meraviglioso pianeta
Ma tra poco, nella prossima parte,
inizieremo la discesa verso il cuore del problema: la mente. A presto.

Immagine(5,1-2ndafila) – Cern-hole, Il mobilizzatore di particelle con al centro un buco nero

ATTUALITA’: Ho avuto questa notte un’escursione esterna potentissima e coesa. Gongolavo letteralmente mentre sciorinavo tutto quello che avrei voluto riversare di questa esperienza inverosimilmente compatta, durante la quale ho eseguito una inimmaginabile serie di cose, vivendo eventi su eventi di eccezionale energia, tanto che al ritorno il mio corpo fisico BOSN era oltre “i cinque cieli”. I cinque cieli sostituiscono il comune detto dei “sette cieli”, visto che mi approvvigiono a sole cinque stazioni di rifornimento di energia. Una energia da vedere come la benzina per le autovetture, ma in questo caso si distingue per tipo di colore e ogni stazione di rifornimento ha un distinto colore che si forma per l’aggregazione di differenti tipi di particelle elementari. I colori vanno dal bianco all’indaco più corposo passando da varie intensità energetiche che comprendono il giallo e l’azzurro intenso. Tutte le tonalità si “intensano” progressivamente secondo l’energia che viene messa in campo.

Immagine(9.2-3zafila) – Heraet, viso di donna sognatrice con ragazza che guarda posta a destra sullo sfondo colorato giallo-indaco

Una delle cose che durante l’escursione mi ripromettevo di valutare era lo spazio-tempo e devo dire che si tratta di un mio vecchio pallino di cui ho sempre cercato la conoscenza specifica. Il tempo e lo spazio: cosa sono in realtà? Si tratta di fattori che la specie umana usa convenientemente alla propria situazione ordinaria. Ma cosa sono il tempo e lo spazio in una situazione non ordinaria? E la specie umana vive semplicemente in una situazione ordinaria o vive anche in altri stati non ordinari? Parte della specie umana usa vivere il suo solo stato ordinario perché la straordinarietà della vita energetica, a cui comunque saltuariamente accede, gli passa attraverso alla stregua di neutrini e bosoni, senza che abbia la più pallida idea di quello che purtuttavia gli occorre davanti agli occhi, e per questa fascia di dimensione vibrazionale ordinaria gli indici di misurazione di tempo e spazio possono essere impiegati per come si viene relativamente addestrati. Per quanto riguarda le altre due fasce di dimensioni vibrazionali, quella neurosensoriale esterna dell’HISB e quella degli EENC, che sono stati non ordinari casuali, il tempo e lo spazio cessano di essere gli indici di misurazione impiegati convenientemente dal software dell’MCS, fantascienza compresa. Cosicché quando la specie umana fa esperienza di stati non ordinari combina l’impressionante artificio di tradurli mediante le misurazioni di tempo e spazio necessari alla propria convenienza ordinaria e fa questo anche con l’universo a cui ha accesso mediante il comune stato ordinario. Infatti assistiamo continuamente a programmi scientifici in cui i ricercatori enunciano misure di miliardi di miliardi di miliardi di…., come se queste distanze galattiche ed extragalattiche avessero un senso. Infatti il senso lo hanno ma quello comune delle cose, che è un indice del senza-senso, come ad esempio “il senso della vita” o, “che senso ha quello che facciamo” e tanto altro di questo tipo.

Immagine

(14.3-2ndafila) – Libro di Monroe senza figura “I miei viaggi fuori dal corpo”

Dopo questi tentativi di spiegazione Rivoevosofia indica che quando si affrontano e si fa esperienza di stati non ordinari in fasce di differenti vibrazioni dimensionali, rispetto a quella ordinaria, gli indici di misurazione devono essere modificati nella sostanza: si tratta di energia che viaggia sui gradi di intensità vibrazionale. Da un punto ad un altro di una data gamma di vibrazioni possiamo identificare una ics dimensione. Per quanto riguarda l’energia che invita la specie umana all’evoluzione energetica individuale, vengono trattate tre dimensioni tra cui una ordinaria che tutti gli organismi occupano, quindi quella esterna a cui si può accedere collegandocisi direttamente dal momento che si ottiene la presenza in esterno con il proprio corpo neurosensoriale “HISB” e quella che viene indicata come l’area del sogno che è stata recentemente allargata indicando il complesso degli EENC“EnergyEventisNeurosensory Random”, eventi energetici neurosensoriali casuali che comprendono ogni tipo di accadimento non ordinario. Nello scenario degli EENC pullulano i deja-vu, gli stati alterati di coscienza, le allucinazioni, il sognare da sveglio, il doppio, il corpo del sogno, il corpo astrale, ed altri tipi di situazioni simil-ufoidi. L’area degli EENC ha la sua dimensione vibrazionale simbioticamente più collegata al corpo esterno HISB di quanto non lo sia a quello fisico BOSN. In queste due fasce di dimensioni vibrazionali non ordinarie il tempo e lo spazio riacquisiscono la loro vera natura di energia il cui indice di misurazione sono i gradi di intensità. Il tempo e lo spazio divengono dei fattori di appoggio a quel tipo di misurazione energetica. Un cacciatore durante le sue avventure e le sue escursioni assume la conoscenza specifica per mettere in ordine questo stato delle cose, bilanciando la sua vita tra lo stato ordinario del suo corpo fisico e gli stati non ordinari a cui ha accesso di continuo ed in una modalità non comune.

Immagine(15.2-3zafila) – Senza titolo – Libro di S.Hawking “Storia del tempo dal big bang i buchi neri”

Quello che ho fatto questa mattina, tra le 03.50 ed ora che sono le 08.00, verrebbe indicato cosmologicamente come una distorsione dello spazio-tempo che non ha alcun senso, proprio come tanto altro del software dell’MCS, la mente collettiva di sistema. L’avventura di apertura degli woho e l’intera escursione è andata avanti fino alle ore 04.44, ma quello che ho fatto e prodotto a livello di coesione ed energia non ha avuto nulla a che vedere con altre escursioni molto più prolungate. Eppure ho fatto atti simili nella composizione come per altre escursioni durate fino a 120 minuti, e non ci sarebbero dovuti essere particolari “distinguo”. Ma questa mattina era un giorno energeticamente speciale, tutto era facile intenso e rapido. Dopo ¾ d’ora il breve momento di training alla grotta effettuato nel solo HISB, aveva prodotto un corpo fisico sciolto e potente, già appena saltato dal letto. Durante tutta l’escursione lo spazio-tempo è stato un fattore di nessun senso né valore, tranne quello di permanere come un atto conveniente necessario alla situazione ordinaria successiva. L’MCS indica spesso che il tempo è relativo alla sensazione di quando e come passa, ma non si tratta affatto della stessa cosa e tutto rimane nell’ambito di una sensazione intraducibile e scollegata da tutto il resto di questo fantastico universo energetico.

Immagine(15.5-1mafila) – Singularity “testa di umano vista dall’alto con al centro un quadratino, sfondo scuro

MEMO FISSO: Sono stati riversati e pubblicati dati in evoluzione costante e proprio per le oggettive difficoltà di assemblaggio dei dati dovute a questo fatto si sta procedendo a rebloggare e ad aggiornare. Sia i lettori-cacciatori di precedente corso che quelli in arrivo si potranno giovare di questo arretramento che comunque manterrà un costante collegamento evolutivo con questa pagina di attualità.

INDICE VALUTATIVO PRATICHE ENERGETICHE: Il programma inizia a presentare la mente, questa non-indagata, perché nessun ordine di buon senso indagherebbe se stesso. Sempre presente è il programma di evoluzione tecnologico dell’MCS, la mente collettiva di sistema introdotto dallo scienziato Ray Kurzweil che i cacciatori conoscono per aver letto il suo libro “The Singolarity is near”, poi le coercizioni biologiche e quella non biologica della mentalizzazione vengono rispolverate sempre nell’ottica di indagare l’inindagabile mente. Infine in attualità come devono essere interpretati i fattori di spazio-tempo, senza per questo scivolare all’interno della singolarità del buco nero cosmologico.

Immagine(15.6-1mafila) – R.Kurzweil con cartello beige “The Singolarity is near”

Queste parti dell’indice valutativo di ogni “reblog” potrebbero essere confezionate per avere una mappa di recupero dati dell’intero insieme. Vengono redatte per facilitare il compito del recupero di dati continuamente frammentati. Già venne spiegato che Rivoevosofia entrando nel blog tratta le esperienze che vengono continuamente effettuate, giorno dopo giorno, quindi non c’è altro modo che andare a caccia di dati e questo reblog elaborato così ne è l’opportunità.

To be continued

Annunci

4 pensieri su “RIVOEVOSOFIA REBLOG.16 “Energia” 30.3.2014

  1. Ciao Res.. e molto tempo che non scrivo.. Comunque ora sono qui ed è per dire dello stato influenzale che mi ha colpito in questi giorni e per cui sto cercando, appena l’energia lo consente di fare delle pratiche, che per ora mi hanno aiutato ad affrontare le parti più difficili. Pero ti volevo dire che mi sta piacendo molto questo reblog, soprattutto questo ultimo post.
    Hai sempre accennato alla mente, ma oggi ne stai parlando di più e io sono molto molto interessata,sai con i miei amici ne parliamo spesso di quanto ci influenza nelle cose o scelte che facciamo. Insomma è un tema scottante 😉
    Però ho anche visto che alla fine del post scrivi che : “nessun ordine di buon senso indagherebbe se stesso”
    E allora, non capisco, per accettare o elimare una cosa non è meglio conoscerla e quindi indagare? Cioè non è meglio conoscerla questa mente..?
    Grazie a presto
    p.s. le foto sono MERAVIGLIOSE, soprattutto quelle con i gattini …!!!!

    • Ciao Fenice, bentornata. Il tuo commento è intrigante e capacitativo per tutti. Lo dico perchè ho già formato la risposta che è venuta bene. Ripeto in sostanza quello che ho già detto a Gianmarco, che ha inviato un commento oggi sull’applicazione degli woho con cui si è salvato da un’estrazione dentaria, o comunque da una forte infiammazione. Quindi preparo la risposta a Gianmarco poi la mando insieme alla tua nella pubblicazione di domenica mattina, spero… Un saluto da Rivoevosofia

  2. salve RES, si è un bel pò che non mi faccio vivo, diciamo che non sono tanto abituato a scrivere,e quindi faccio una grande fatica mettermi li piano piano a pensare cosa e come scrivere. Fortunatamente per spinta energetica data dalla linea guida del percorso rivoevosofico mi trovo trasportato all’azione di scrivere. Ultimamente grazie ad un periodo lungo circa un mese di influeza batterica che ha attraversato il mio bosn in tutte le possibili infiammazioni, partendo dall’intestino ,colonna ,raffreddore, gola per finire ad un’infiammazione gengivale di notevole intensità.Ho detto grazie perchè in questo frangente ho avuto la possibilità di mettere in azione la procedura degli woho. Inizialmente avendo sottovalutato le infiammazioni non mi sono dedicato da subito all’applicazione degli woho e quindi ho dovuto faticare un bel p’o, pian piano ho potuto riscontrare che ogni volta che mettevo in opera la procedura ben dettagliata a piccoli tratti il sintomo diminuiva , il bello è stato quando l’infiammazione gengivale sotto al molare dell’arco mandibolare lato destro, stava causando dolore forte e la perdita del dente stesso , fatto diagnosticato dallo stesso dentista, cominciò con retrocedere il dolore appena applicati gli woho, e continuando per tutti i giorni più volte al giorno ho recuperato il tutto ,e senza impiego di antibiotici. Domanda? il potere d’azione degli woho lo si comprende a pieno quando si hanno difficoltà fisiche ? grazie….

    • Ciao Gianmarco, il tuo commento è uno di quelli che mi aspetto da molto ma probabilmente voi cacciatori siete tanto sani che vi capita raramente di dover affrontare un disagio. Lo dico un poco per gioco, però devo dire che il tuo intervento sul dente è intrigante e spingerà altri a provare quando dovessero affrontare un caso di quelli tosti. Ho spalmato una serie di avventure per tanti mesi e oggi ci dovrebbero essere una moltitudine di attivisti cacciatori che a colpi di woho rendono inutile il sistema ordinario. Ogni cosa ha i suoi tempi. Il tuo commento merita una risposta complessa che deve attuare, mentre quella data a Fenice è già preparata ed è molto interessante. Credo che unirò i vostri due commenti e le relative risposte per la pubblicazione n° 18, quindi non la prossima ma quella successiva che dovrebbe andare in onda domenica mattina. Buona lettura e continua così. Ricorda di mettere in campo la FO.gt per gli allungamenti fisici e per la potenza senza rischi. Un saluto da Rivoevosofia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...