RIVOEVOSOFIA REBLOG.15 “Energia” 27.3.2014

foto_gatti-122

(100-4tafila) – Foto gatti 122
NUOVO CORSO AGGIORNATO ED EVOLUTO
DA REBLOG.1 DEL 22.2.2014 PER “NEW ENTRANTS”
(Data di preparazione precedente: Post n.7 del 5.10.2013“SecondaParte”)

Immagine

(30-3zafila) – Occhio di donna aperto sul mare con striscia fotonica

Questo reblog è stato ricostruito interamente ed implementato rispetto al suo orginale

Titolo: Iniziano gli erudimenti tecnici per la prima fonte di rifornimento energetico con il vento di radiazione della SCCR“Solar ConcentricCircleRadiation”. Questa pubblicazione è di per sé sufficientemente completa perché il lettore-cacciatore possa raggiungere dei buoni risultati. Le anticipazioni sulla mente sono sempre presenti e si implementeranno lungo la strada. La scimmia impazzita che già venne indicata nel precedente post avrà margini di lavoro molto ampi, perché la sua conoscenza specifica è un fondamento dell’evoluzione individuale energetica della specie umana.

Immagine

(35-1mafila) – Google tra 30 anni mente umana. Testa di donna celeste e sfondo celeste

SECONDA PARTE

Con i dati cumulati delle prossime pratiche rivoevosofiche raggiungeremo la messa in opera del corpo neurosensoriale HISB che assume una postazione esterna. Il cacciatore attuerà questa primo rifornimento di energia extra in contemporanea tra il suo BOSN e l’HISB. Infatti si tratta dell’unico rifornimento che consente questa duplice esposizione in diretta. Il corpo fisico BOSN dietro e quello esterno neurosensoriale HISB avanti a poca distanza effettueranno contemporaneamente il rifornimento energetico dalla SCCR“SolarCircleConcentricRadiation”. Per le altre future fonti di rifornimento sarà solo l’HISB a poterle raggiungere e disporcisi in esposizione diretta e il corpo fisico BOSN ne potrà usufruire contemporaneamente ma in modo indiretto.

Immagine

(25basso-2dafila) – Telepatia2, sfondo nero e due soggetti di fronte celesti

La premessa a questa entrata è che il cacciatore abbia già effettuato l’esposizione alla SCCR con il solo BOSN, curandosi di duplicare la stella, il doppio sole, e realizzare i cerchi concentrici con le due strisce fotoniche che vanno verso il basso. Per le strisce è sufficiente avvicinare le ciglie degli occhi socchiudendoli per vederle liberarsi verso di voi. Sono vere e proprie strisce di fotoni e quando ci si concentra su di loro si possono vedere chiaramente che sono costruite da tanti piccoli cerchi concentrici come fossero pioli di una scala. Dopo di questo il cacciatore stacca il suo HISB e lo pone avanti iniziando ad aprire i primi woho. I più convenienti per iniziare sono quelli posti in orizzontale sulla colonna lombare. Se ne aprono tre, quindi due sui laterali delle anche e ulteriori tre poco sopra ai primi. La grandezza è varia e diciamo che i tre woho coprono la fascia orizzontale lombare. Nel frattempo l’HISB è concentrato sul doppio sole, sui cerchi concentrici e sulle strisce di fotoni che gli consentono di realizzare una pedana di energia dove si pone in semipadmasana o a gambe incrociate. Quindi l’HISB non si pone mai direttamente sulle strutture.

Immagine

(15basso-3zafila) – Unnamed – Sfondo celeste bleu-nero con soggetto fumetto e alato

Gli woho a questo punto sono introdotti e la loro presenza aumenta la coesione del corpo esterno. Con il loro dinamismo evolutivo essi consentono azioni energetiche dirette ed efficaci nei confronti di ogni tipo di disagio e dolore. Gli woho vengono, dal cacciatore, forniti al loro interno di una energia elettromagnetica bianca, una vera e propria lattugine bianca come quella che è possibile osservare in certi momenti davanti ai propri occhi chiusi. Una lattugine che si muove in modo lento modificandosi continuamente. Gli woho vengono quindi prodotti dal corpo esterno neurosensoriale HISB e vengono da questo opportunamente caricati della prima energia che assume da se stesso, quindi dalla sua contemporaneità con il corpo fisico BOSN, che ne ha l’usufrutto batteria in autoricarica automatica, perlomeno fino a quando non si esaurisce organicamente.

Immagine

(20basso-2ndafila) – Tunnel gravitazionale che indica gli woho. Sfondo nero bleu-rosso e stella bianca a destra

Gli woho possono essere applicati solo dall’HISB su se stesso. L’HISB dopo aver avuto l’in.form.azione contemporanea dal corpo fisico BOSN per dove applicarli, lo fa, e quell’energia applicata dall’HISB su se stesso dietro indicazione del BOSN, si trasferisce nell’immediato a quest’ultimo risolvendone i disagi. Se non ci sono disagi l’HISB applica gli woho per aumentare la sua coesione e presenza esterna.
Cercate ora di non sforzarvi a comprendere come questo fatto avvenga, si arriva al successo con la pratica perché lo praticherete con successo, ve lo posso garantire e se in questo momento vi ascoltate bene, potrete sentire un subsuono dentro di voi: è la mente che vi dice tante cose. Ebbene qualsiasi cosa vi dica, dal: “potete avere fiducia perché il tizio sembra affidabile”, al: “che ridicolaggini, ma che dice questo qui?” Etc. etc, lasciatela fare perché fa il suo mestiere e non fa nulla di sbagliato… “alla fine”, perché solo alla fine sarà chiaro il fatto che le cose devono andare proprio come vanno. Per questo ci vorranno molti DACS.cde di conoscenza specifica e, quando il percorso di evoluzione energetica individuale al collegamento diretto con l’energia senza ausili sarà entrato in forte accelerazione, inizierà anche un chiaro vedere. Il paradigma dell’evoluzione organica biologica volgerà al consolidamento della sua fine.

Immagine

(25basso-3zafila) – Scimmia con smartphone che si pavoneggia

“Ora ancora due cose, la prima è che con gli woho non ci si cura e basta ma si fanno tante altre incredibili cose, poi che la pratica di rifornimento della radiazione solare dei cerchi concentrici inizia per forza di cose con il solo corpo fisico poi, in seguito, quando il corpo esterno neurosensoriale sarà attivo e presente, allora le premesse di questo rifornimento di energia diverranno evidenti a tutti gli effetti per chi lo pratica. Gli scenari che riguardano la pratica dell’HISB sono senza numero proprio come questo universo, quindi la sua pratica proseguirà al di là di ogni tappa conseguita”.

Avremo a seguire il proseguimento della pratica per il rifornimento in SCCR, la prima pratica per raggiungere il corpo esterno HISB e una prima pratica di tipo training fisico di allungamento da effettuare in contemporanea con il proprio corpo fisico BOSN. Anche il respiro delle pratiche fisiche rivoevosofiche che si attuano in contemporanea è una “nuova” e viene indicato come imballo respiratorio perché durante un esercizio di massima contra-concentrazione i polmoni sono pieni e lasciati aperti, perché diversamente la loro chiusura creerebbe una pressione interna negativa.

Immagine

(50basso-3zafila) – Scimpanzè che allatta un tigrotto

Il compito dei lettori-cacciatori è quello di mantenere l’interesse a livello profondo, ma questo da chi e da cosa dipende? Lo dovranno scoprire da loro stessi proprio durante la messa in opera delle pratiche, perché è con esse che si assimila la conoscenza specifica. Questa conoscenza rivoevosofica viene indicata con l’acronimo complesso di DACS.cde, dati accumulati di conoscenza specifica al collegamento diretto con l’energia.

Rivoevosofia non presenta supposte difficoltà
Il vero ostacolo è la mente con la sua parte nociva, ma se la si elimina, allora…
Ma non tutta la mente, solo la sua parte nociva e Rivoevosofia la indica…
Ecco infine la base di pratica della SCCR per il solo corpo fisico BOSN

Immagine

(105basso-2ndafila) – Computer cervello scimmia. Sfondo verde testa giovane

Allora, siamo giunti al punto in cui ci si trova all’alba, un attimo prima che spunti il primo briciolo della stella o al tramonto quando il sole si trova a circa un dito dal toccare il margine della terra con la sua parte inferiore. Per la misurazione si stende il braccio avanti agli occhi e si mette il dito indice orizzontale, quello spessore sarà la distanza ottimale ma sarà sempre dipendente dal momento contingente fondato sul rapporto della radiazione con lo stato personale del cacciatore disposto al rifornimento. Si aprono bene gli occhi allargandoli con l’aiuto delle dita, anche e soprattutto lateralmente, poi guardando il sole ad occhi spalancati si noterà che lo si può guardare in tutta la sua circonferenza e al suo interno molto nitidamente. Si potranno notare così le frenesie dei suoi venti di radiazione e ad un certo punto la massa coronale che tanto impedisce ai ricercatori astrofisici di guardare il sole proprio come è fatto ad occhi nudi, diviene per magia un vento di radiazione fatto di particelle elementari forza, quindi a massa zero, che si evidenziano per cerchi concentrici particolarmente attivi ed in viaggio costante verso l’osservatore.
Appena il primo briciolo di sole dell’alba spunta da una collina o da un monte, dovete osservare i cerchi concentrici da subito e seguirli nel nero della collina, cosicché li vedrete giungere quasi fino a voi, poi state pur certi vi irroreranno passandovi attraverso a colpi di neutrini e di bosoni e di chissà cos’altro. Per il vostro corpo fisico BOSN“BodyOrganicStructuralNeural” significherà incrementare la struttura ossea, tendineo articolare e l’immunità con una produzione endogena di elementi tra i quali come noto la vitamina D3, inoltre rinforzerà tutto il derma verso ogni forma di alterazione, specialmente se proseguirete ad irrorarvi a quel primo sole che non scalda neppure. Ricordate l’esposizione ad occhi aperti avviene soltanto dentro la misurazione dello spessore del dito indice puntato orizzontalmente a braccio steso verso la stella, ma potrete proseguire chiudendo gli occhi fino a quando il calore della stella non si evidenzia sulla pelle delle vostre ciglia. Potrete tentare sin da subito lo sdoppiamento della stella, ma ne parleremo tra poco.

Immagine

(100-2ndafila) – Free energy. Mano che con due dita stringe scintilla solare.

Le particelle elementari del vento di radiazione della nostra stella ma anche quelle cosmiche, passano come niente attraverso il corpo fisico BOSN, poi la cosmologia moderna ha dati sufficienti per dirci che questi venti di radiazione potrebbero in cerci casi nuocerci direttamente e inconsapevolmente. Quando sarà attivo il corpo esterno neurosensoriale HISB quei venti verranno filtrati e resi commestibili ma, per questo scopo, sarà necessario avere una sufficiente quantità di DACS.cde come conoscenza specifica. L’HISB può rifornirsi di energia extra proprio mediante questi venti di radiazione sia della nostra stella che intergalattici. Cosicché le particelle elementari forza dei venti di radiazione non passeranno oltre l’HISB come nulla fosse e gli pagheranno una tassa di passaggio per una quantità di energia che potrà entrare nel proprio personale rifornimento e poter essere, in atto di contemporaneità, convogliata ad incrementare in modo incredibilmente efficace l’altra particella, quella del corpo fisico BOSN dell’operatore, sollevandolo dai suoi presenti o futuri guai di tipo sia fisico che psicologico”.
“La prima volta che personalmente raggiunsi con evidenza questi effetti e mi tolsi da guai seri, non potendo avere dubbi sul fatto che si trattasse o meno di una coincidenza, esclamai: “non ci posso credere!!…”. Magari non vi capiterà un evento importante e non direte le stesse cose ma l’energia entrerà e cambierà qualcosa, poi diverrà sempre più evidente e ve ne accorgerete, nonostante le continue coercizioni della parte nociva della vostra mente che tenterà con ogni mezzo di vanificarvi. A proposito della mente il prossimo post riguarderà i primi erudimenti per conoscerla più da vicino. E’ un inizio ma tutto sta proprio ad iniziare per raggiungere l’effetto finale di conoscerla utilizzandone la parte utile, disintossicarsene da quella nociva ed infine gestirla utilmente per tutto quello che immette di inutile”.

Immagine

(100-4.tafila) – Gattino grigio che fa lo struzzo “ditemi quando tutto è finito”

Proseguirete quindi con il separare la stella in due soli, vedrete che questo non è difficile e alla fine riuscirete specialmente se avrete separato bene gli occhi con le dita come descritto sopra. Cosicchè avrete la visione di un doppio sole con un doppio vento di radiazione composto di cerchi concentrici dalla natura vibrante che si lanciano continuamente verso il vostro punto d’osservazione, senza andare molto oltre la loro massa coronale dalla quale derivano. Se non esagerate e vi limitate alla distanza del dito avrete una vista corroborata. Bisogna tener presente che ci si deve regolare con la sensazione e se ad un certo punto si viene abbagliati e non si ha piacere, meglio interrompere anche se la distanza non è stata ancora percorsa. I miei occhi sono vecchi e stanchi, ma da un anno sono migliori e più forti, visto che non mi sono fatto mancare un’alba, salvo quando le nuvole me l’hanno impedito. Rivoevosofia non propone procedure fittizie o improponibili, quelle già le fa alla grande l’MCS, quindi il software rivoevosofico che evolve ogni precedente al collegamento diretto con l’energia se ne astiene assolutamente. L’evoluzione energetica individuale riguarda la specie umana e a questo punto il bluff coercitorio per impedire a quest’ultima si fermarsi dentro il paradigma dell’evoluzione biorganica non è più necessario. Nel progetto del castanedismo per convincere i neofiti a praticare la stregoneria sciamanica, il loro nagual, lo stregone ma non solo, diveniva un trikster, un particolare tipo di ingannatore e questo rappresenta la migliore indicazione del tipo di azione del software dell’MCS ed infatti quel tipo di inganno non è propriamente un inganno e concorre comunque all’evoluzione in questo universo, facendo la sua parte. Questa parte si evolve e Rivoevosofia indica, poi i supposti inganni finiscono: arrivano i DACS.cde.

Immagine

(50basso-1mafila) – Sciamanesimo. Soggetto indiano con ali e sfondo scuro

Arriverà un momento in cui il cacciatore si trova all’alba sotto cerchi concentrici che arrivano ai suoi due corpi separati in due postazioni differenti. A questo punto il loro corpo fisico BOSN socchiuderà gli occhi e vedrà con evidenza due larghe strisce di fotoni raggiungerlo verso il basso. Le due strisce sono larghe come un dito, partono dalla base dei due soli e con un minimo di maestria possono essere allungate quasi fino ai propri piedi. Se si osservano bene, le due strisce, spostando lievemente gli occhi lungo il percorso, ci si accorge che sopra di loro corrono tanti piccoli cerchi concentrici della stessa natura di quelli grandi. Li ho osservati spesso all’inizio per stabilire se corressero sopra le strisce oppure se queste si trovassero al loro centro ma non è un fatto rilevante quanto che l’energia raggiunga l’osservatore. Il cacciatore si concentra su questo ultimo fatto che lo rende possibile perché diviene un “recettore” di quello che elabora nella sua rete neurocerebrale. Se il cacciatore si concentra su fatti insipidi nessun sapore lo raggiungerà. Con queste strisce si potrà realizzare una pedana di energia su cui il corpo esterno HISB potrà poggiarsi in semipadmasana o gambe incrociate. Questa pedana diverrà in seguito una cabina necessaria ad altre stazioni di rifornimento ma per questo dovremo attendere. L’HISB fa ovviamente le stesse cose di cui abbiamo parlato. Crea i due soli, i cerchi concentrici, la pedana e la cabina, poi apre gli woho per curare i suoi disagi veicolando l’energia dei cerchi e fa altro che vedremo mano mano.
Alla fine per i cacciatori dovrà divenire consuetudine trovarsi di fronte, e facendone parte, a manifestazioni energetiche tanto incredibili quanto affascinanti della forza oscura di questo universo. Una forza oscura gravi-traente che verrà in futuro acronimizzata FO.GT.

Immagine

(65basso-1mafila) – Quadro con meteorite. Sfondo nero-bleu e cielo stellato

Sapete faccio un gran scrivere e comunicare ma la pratica…, la pratica è veramente più semplice e veloce, ma quando vi disporrete direttamente, lo constaterete da voi stessi.
Dovremo tornare altre volte su questo tema per evolverlo e qualche preciso commento mi aiuterebbe a migliorare la comunicazione, che è la cosa a cui dedicherò tutta l’energia che mi rimane oltre quella che mi serve per far restare il mio organismo ancora su questo pianeta, intendo tutto intero e potentemente operativo…
Per il momento accontentatevi di effettuare qualche pratica di questo tipo realizzando il doppio sole e il vento di radiazione della SCCR, poi vedremo come irrorare bene il corpo fisico con questa radiazione ma per questo è necessario aprire dei punti circolari di richiamo in precise zone del corpo fisico, quindi procedere. Il cacciatore entrerà con proprietà di ingaggio nel campo energetico degli woho.

Immagine

(85basso-4tafila) – Multiversum-memoria. Cielo e mare cupo giallo e grigio con città sfondo

Per questa pubblicazione l’energia disponibile si ferma qui
e se per voi tutto questo non è sufficiente abbiate la pazienza di attendermi alla prossima.

Prima di chiudere questo post vorrei ripetere un pezzo composto precedentemente che implementa ed amplia le in.form.azioni già descritte. Le sistemo in questo punto per non perderle. Spero sarete d’accordo. Ecco il pezzo che avrei dovuto togliere e che invece ha il pregio di includere la FO.gt, la forza oscura gravi-traente, di cui si parlerà molto durante tutto lo svolgersi del corso.
“a questo punto vengono elaborati i due soli mediante il solo corpo fisico BOSN e la bellezza inizia non appena il primo briciolo di fotone della stella emerge dal limitare delle colline giungendo in un solo secondo alla ricezione della vostra osservazione. I bricioli di fotoni, visto che vengono elaborati due soli, divengono a loro volta due e in quel momento i loro cerchi concentrici del vento di radiazione arrivano scivolando sul nero delle colline, inondandole come un mare di luce cerchiata. I cerchi pulsano e vibrano mentre tutta la palla della stella diviene visibile evidenziandosi in tutto il suo splendore, poi mentre essi arrivano espandendosi potentemente, allo stesso tempo rinculano brevemente come volessero tornare ed è l’effetto della forza oscura gravi.traente proprio come quella che agisce nell’universo, viene e va al tempo stesso, dove l’espansione appare come qualità di maggiore invasione”.

Immagine

(85basso-2ndafila) – N5120d…Gattino bianco che si guarda allo specchio e rimane terrorizzato

Il prossimo post è a metà strada e come vi ho già accennato riguarda i primi necessari erudimenti sulla conoscenza della mente, croce e delizia. Ma non cesserò mai di ripetere che quando la lettura dovesse stancare, di lasciarla perdere. I dati acquisiti si faranno strada nella vostra rete neurocerebrale diluendo la parte nociva della mente e questo è il primo processo rivoevosofico ottenibile verso l’evoluzione energetica individuale della specie umana che andrà al collegamento diretto con l’energia senza impiego di ausili, la vostra… A presto.

ATTUALITA’: Non è il caso che inoltri anche l’attualità visto che la pubblicazione è stata fortemente aggiornata ed implementata. Poi le prossime attualità sono molto nutrite ed intriganti, quindi comunque non si faranno attendere molto.

Immagine

(95-1mafila) – Et-foto-evento.

MEMO FISSO: Sono stati riversati e pubblicati dati in evoluzione costante e proprio per le oggettive difficoltà di assemblaggio dei dati dovute a questo fatto si sta procedendo a rebloggare e ad aggiornare. Sia i lettori-cacciatori di precedente corso che quelli in arrivo si potranno giovare di questo arretramento che comunque manterrà un costante collegamento evolutivo con questa pagina di attualità.

INDICE VALUTATIVO PRATICHE ENERGETICHE: Per i lettori-cacciatori si tratta di una pubblicazione utilissima, da rivisitare spesso per assorbirne il neurosenso specifico e rendere più efficace possibile l’incamerazione energetica del vento di radiazione solare indicato come SCCR. I dati sono già sufficientemente completi, quindi buon lavoro a tutti coloro che inizieranno. Va solo ricordato che l’alba è il riferimento energetico, mentre il tramonto può essere preso soltanto in funzione di inizio addestramento. L’energia utile per i cacciatori al collegamento diretto con l’energia si assume soltanto all’alba.

Immagine

(80-3zafila) – Copia di startaubosb. Scoppi di radiazione solare a sfondo rosso-giallo

Queste parti dell’indice valutativo di ogni “reblog” potrebbero essere confezionate per avere una mappa di recupero dati dell’intero insieme. Vengono redatte per facilitare il compito del recupero di dati continuamente frammentati. Già venne spiegato che Rivoevosofia entrando nel blog tratta le esperienze che vengono continuamente effettuate, giorno dopo giorno, quindi non c’è altro modo che andare a caccia di dati e questo reblog elaborato così ne è l’opportunità.

To be continued

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...