RES – Post.B “breve” di frattura “27.11.2013 (da un pensiero di una cacciatrice)

1151TITOLO: Un pensiero… arriva da un cacciatore di energia: mai come oggi sono tutti presi dalle qualità della mente. Si domandano: “siamo più intelligenti oggi di ieri?” In realtà siamo energeticamente più evoluti…, ma questa è un’affermazione rivoevosofica…, alla quale…

…la specie umana sta arrivando. Cosa direste se esistesse una professione che l’MCS, la mente collettiva di sistema, indica come superiore alle altre e un modesto contribuente andasse in quella direzione, dimostrando, rispetto ad altri, di essere più pronto e capace? Cosa è realmente importante? Potrebbe non essere l’intelligenza e la capacità dimostrabile, il solo vettore di quello che è realmente importante per la specie umana?

Una massa di organismi spende tutto quello che ha nelle coercizioni: mangia, beve, respira, si riproduce e si aggrega. Poi guardando in avanti arriviamo alla massa degli organismi umani che, oltre a quelle coercizioni, ne aggiunge un’altra: comunica per mezzo della mente. Questa ultima coerzione non è biologica e si chiama mentalizzazione. E’ la più potente organizzazione coercitiva non  biologica e guida, sottintende ed impiega efficacemente tutte le altre spingendole a completare il ciclo dell’evoluzione biologica. E’ lei, la coercizione, che determina cosa fare dell’intelligenza, ma quando si va a fondo al suo software, emerge con chiarezza che tutto viene lasciato volutamente confuso. La mente crea bellezze e disagi e si occupa persino di contrapporsi a se stessa per evitare ingerenze esterne “di un corpo esterno”.

buddha

Se ne è occupata con i tentativi di Gautama Buddha, con quelli del guerriero Arjuna della Bagavad Gita, financo con i voladores della saga castanediana, energie aliene che, secondo l’autore, avrebbero messo un apparecchio estraneo vicino alla mente di ogni essere umano per spingerlo a disperdere energia e consapevolezza energetica. In quest’ultimo caso, veniva individuata la parte nociva della mente in questo apparecchio, foriero di tutte le nefandezze mentali, impiegate per disperdere l’energia umana a scopo di sostentamento, quindi per cibarsene.

drona_arjuna

L’MCS, la mente del sistema collettivo, si occupa dei disagi che lei stessa crea, con psicologi, psichiatri ed indica il controllo e la fuga dalla parte nociva di se stessa con vari sistemi tra i quali potenti farmaci e anche droghe.

Quante gliene fa la mente, a questo povero corpo fisico BOSN!!…

Continuerà ad occuparsene nel futurismo della tecnologia, quando farà a pezzi il cervello umano e la sua neurosensorialità, riducendo le cellule a fuso ad un ammasso di reazioni guidate verso paradisi di una seconda realtà, quella virtuale, tanto accattivante da rendere impossibile ogni rifiuto e verso una comunicazione talmente compatta da non lasciare alcuna chance all’energia.

gatto-libri

Questo non accadrà, perché l’evoluzione energetica individuale è già iniziata e il futurismo tecnologico non verrà lasciato solo, ma impiegato produttivamente dalla specie umana in questa direzione. Stiamo parlando della Rivoevosofia: sono io e siete tutti voi, con tutti i nostri avatar, ormai da tempo in cammino.

Purtroppo per la fantasia non c’è  proprio nulla e nessuno in questo universo che ci fa del male e tutto va in evoluzione energetica. Accadrà anche alla specie umana di abbandanore l’evoluzione biologica, ma per lei…, per la specie umana, c’è un proseguimento del cammino: andrà incontro a quella energetica.

Che brutta storia per la mente se non se la potrà prendere con  nessuno!

Come fare a fare le lotte per vincere contro il male?

Questo male…, ah! se non ci fosse questo povero male…

Come farebbe?… Che vitaccia per la mente, senza un lavoro!!…

diabolico

Ricordo un film di aborigeni austrialiani, “The Tracker” di Rolf De Heer, Australia 2002, dove la guida, un aborigeno, guidava una truppa di bianchi a caccia di un altro aborigeno australiano per impiccarlo, in quanto colpevole di aver approfittato di una donna bianca. Il film era molto bello ed era una denuncia alle nefandezze che i bianchi, in quel tempo, effettuavano sugli aborigeni, provocando di proposito accuse spesso false. La guida che si spacciava per un pover’uomo, rideva spesso e chiamava il capo Boss “per questo spesso mi sentite citare il povero BOSN, perché mi ricorda gli avvenimenti di quel film”. Diceva: “ehi boss” etc… Canzoni bellissime di elevato phatos accompagnavano il film di denuncia verso i bianchi, con stupendi affreschi murali e a tela.

Sotto la provocazione del Boss che minaccia la guida di farlo impiccare o fucilare, questa per tutta risposta provocò un’ilarità generale rispondendo, dopo un’opportuna pausa, durante la quale manifestava un apparente terrore, nel modo che segue: “Ehi! Boss” disse la guida: “povero boia, se non ci fossimo noi negri a dargli lavoro…, povero boia…, eh! Boss?”.

2540700013_1cac99c3ce_b

Fu una bella battuta di quel copione.

Se non ci fosse questo male a dar lavoro alla povera Mente, Eh! Mente?

Ma chi sarà, chi è che fa fare tutto questo male? Chi ci fa così del male?

Come già osservato, in questo nostro universo, né qualcosa né qualcuno ci sta facendo del male e quando ci si ferma un attimo, guardando proprio questo universo qui vicino a noi, è evidente il suo progetto evolutivo, specialmente con la collaborazione della comunità astrofisica, che invito sempre ad ascoltare per evidenziare le meraviglie che la cappa claustrofobica di luce del cielo occulta durante la vita di veglia.

1

Guerre, film di guerra, di orrori. Racconti di nefandezze e maltrattamenti arrivano ormai dal mondo della comunicazione in modo costante. Tutto è sommerso dal male e dalla lotta contro di esso.

Sono migliaia e migliaia di anni che tutto funziona in questo modo e aumenta, aumenta nel numero degli atti per quanto aumenta il numero degli organismi. Tutto questo è evoluzione e non c’è nessuno che faccia del male e del bene. E’ semplicemente evoluzione, è energia che forma la spinta a che tutto si formi e si trasformi continuamente, quindi se un organismo è mortale a breve termine, basta fare due più due…

Avevamo esordito con: “Siamo più intelligenti oggi di ieri?”. In realtà siamo energeticamente più evoluti…, ma questa è un’affermazione rivoevosofica… alla quale…, la specie umana sta arrivando.

Homo-erectus-fuoco

Ho visto una foto in cui dal primo ominide si giungeva all’uomo evoluto di oggi, il quale si girava verso tutti gli altri, dicendo: “torniamo indietro, abbiamo fallito”. Ecco, qui su questo pianeta nessuno fallisce o ha fallito, nessuno sbaglia o ha sbagliato. Tutto è evoluzione, ed evoluzione vuol dire che c’è tanta energia che spinge, tanta energia degenere, perché tanta ce n’è, che genera e crea: questa è evoluzione. L’evoluzione, quella umana, ne è la parte apicale di questo universo e alla fine sarà individuale, quindi la specie umana dovrà lottare come individuale. Lotterà per uscire dalla morsa degenere del suo organismo evolvendosi all’energia direttamente. Come lo farà…?

Da Rivoevosofia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...