RES – Post n.29 del 26.11.2013 – (4p.) – QUARTA PARTE

TITOLO: Tornare nella  propria camera da letto e non trovarsi più al proprio posto…, nel momento fa accapponare la pelle!… E’ quello che accade quando entra in azione la 3-DV”UnifiedExperience”, che non è certamente una “Theories”…, ma seguite al sottotitolo…

attheheartofwinter

SOTTOTITOLO: Poi da un commento, ulteriori dati per la creazione della stazione di rifornimento della grotta ed infine l’esperienza unica del corpo esterno che collide con quello del sogno, …fortemente, e non ero neppure all’LHC ”LargeHadron Collider”, il grande collisore di adroni, l’acceleratore di particelle del CERN di Ginevra, con cui hanno da poco scoperto il “Bosone di Higgs”, una particella elementare definita senza massa. Chissà dopo tanto spolvero cosa ci faranno col bosone!? Mentre qui abbiamo una vera sopresa, per quello che è accaduto quando il corpo esterno HISB è tornato sui suoi passi, dopo un’escursione di rifornimento energetico effettuata alla grotta del dono. L’addestramento in questi casi era sufficiente a non far accapponare la pelle…

bosone-800x467

QUARTA PARTE

Quello che racconto ora è accaduto in questo breve periodo. Le esperienze mi si accavallano a volte, perché corro a riversarle e le lascio momentaneamente, perché ne arrivano altre. Che vitaccia!!… Sto ovviamente scherzando!..

Cosicché quello che resoconto ora non è cronologico, però è unico nel suo genere. Parlo delle fasce dei fogli-membrana delle DV“VibrationalDimensions” di cui vi ho tanto parlato nei precedenti post. Siete zeppi di dati significativi, al riguardo, e avrete appena fatto in tempo ad inserire la logica-ragionata, quindi non potete ancora aver raggiunto un neurosenso specifico, anche perché serve della pratica diretta sul campo. Vi dico questo perché ne sono sommerso personalmente e anche io devo implementarne i gradi di intensità del neurosenso specifico. Infatti a questo livello non si può più tentare di lavorare con la sola logica-ragionata. Contentiamoci di disintossicare la rete neurocerebrale con l’immissione di dati tanto depurativi e procediamo…

Cosicché, come dicevo, questa esperienza che definisco di collisione, tanto da dover scomodare il CNR di Ginevra, tra due DV differenti, rimane comunque unica per qualità e particolarità.

Ecco la parte più intrigante che è anche la più breve

Qui alla fine del post: l’HISB collide con il corpo del sogno.

L’oggetto è quello del corpo esterno che collide con il corpo del sogno. Ho la precisa sensazione di aver realizzato un punto di congiunzione tra due differenti dimensioni vibrazionali. Sarebbe come dire che potrebbe esserci un’area specifica, magari molto limitata, in cui i due corpi potrebbero collidere mantenendosi coesi, quindi divenire un’unica cosa, acquisendo ognuno di loro le peculiarità dell’altro. Sarebbe una sorta di singolarità energetica rivoevosofica, sempre tenendo conto che il software della Rivoevosofia è alieno al senso di singolarità. Mentre l’MCS indica singolarità per non saper come immaginare una cosa, la RES indica singolarità per coprire quello che è meglio non prevedere, supporre ed ipotizzare. Le cose stanno proprio in questo modo. C’è veramente tanto da fare, ma la Rivoevosofia insegna che ci si deve concentrare molto attentamente sui passi, ogni passo, e questo senza scomodare nessuna tradizione filosofica, perché sappiamo che ogni termine di paragone per i precedenti è soltanto un blindhole, un buco cieco che non conduce da nessuna parte.

dserftgyhtyuiop

Non è, invece, affatto un blindhole il dono postMorte della grotta

Le pratiche con il solo corpo esterno HISB

Dunque nella grotta ho preso il via a fare tutte le pratiche rivoevosofiche, l’intero programma, proprio quelle che faccio in congiunzione con il BOSN. Sempre la grotta, è l’ultima stazione di rifornimento energetico che effettuo, prima di rientrare, e forse è stata proprio questa energia elettromagnetica particolare che si è aggiunta dopo l’intervento di Morte, che ha evoluto all’esperienza definita di collisione tra l’HISB e il corpo del sogno.

Il rifornimento di energia subito dopo le pratiche

Quando mi sposto in fondo alla grotta che si chiude ad angolo verso il basso, come fosse una mansarda, quella parte è avviluppata da un gas corposo composto da una indescrivibile massa di particelle cariche e colorate, che emergono da una larga e lunga fessura di questo fondo grotta, ma sembrano trasudare con forza anche dalle pareti stesse. Dopo un paio di semi circumnavigazioni perimetrali mi fermo dove quel gas è massicciamente attivo ed inizio a caricarlo per mezzo dei portali woho che apro continuamente, nelle zone dove ho maggiore necessità di energia, poi la faccio entrare ovunque cercando di abbuffarmene fino a quando non posso più restare.

Quello che è accaduto, in sintesi:

le escursioni nel corpo esterno alle stazioni di rifornimento andrebbero descritte dettagliatamente, ma questi DACS di conoscenza rivoevosofica teniamoli in un cassetto, per non gravare troppo il programma, di per sé, carico, per quanto tenti in tutti i modi di renderlo leggero (vedi in Ps.:).

Quindi vi resoconto quello che accade nell’ultima fase del rientro dopo aver effettuato tutti i rifornimenti e le pratiche nel solo corpo fisico HISB.

Arrivo ben coeso in casa con l’HISB e la percorro tutta, arrivando alla camera dove mi dovrei trovare con il BOSN sul letto in posizione di escursione, ma quando entro nella camera, con mia grande sorpresa nel letto non c’è nessuno, neppure mia moglie. Guardo esterrefatto il letto scoperto e vuoto e dico tra me e me: saranno andati via! ma dove sono!? I secondi in cui rimango in quella situazione neurale, sono in realtà molto lunghi da passare ma sono abituato a tante di quelle cose che non ho sconcerto e quello che viene in risalto è la qualità pratica di quello che devo fare.

In questo momento, che sto riversando, ho perso molti dettagli, quindi vi dico che ad un certo punto rientro nella dimensione vibrazionale dell’HISB, quella con la quale mi sono spostato e sono rientrato, e tutto torna a posto. Io sono lì in postazione e mia moglie dorme. Allora rientro nel corpo, ma poiché non mi va tanto di rientrare, mi sistemo per un po’…, solo per un po’…, leggermente più avanti rimanendo staccato con l’HISB. E’ un vero piacere essere in esterno quando si è molto coesi, specialmente quando capitano fatti di questo genere.

Questo fatto per qualità e rapporto, rispetto alla mia esperienza, equivale all’evento di un novizio che avesse la chance di trovarsi improvvisamente di fronte al suo corpo fisico. Questo tanto per darvi la sensazione del valore dell’esperienza che ho riversato. Anche se l’evoluzione energetica si dovesse fermare dove è arrivata, l’esperienza avuta è il punto più avanzato, che si possa presentare ad oggi. Sembra nulla di che, ma fidatevi: si tratta di qualcosa, il cui solo valore apparente è una vera mistificazione.

universi_paralleli

Devo leggermente prolungare questo post

per dati significativi utili alla creazione della grotta

Siamo in chiusura ma proprio da non molto ho avuto un’ulteriore esperienza con la grotta, che mi spinge a forzare perché avvenga la sua creazione.

Ho avuto tali di quei benefici che il campo delle valutazioni è divenuto molto meno generico e indica con priorità di occuparsi delle stazioni di rifornimento che sono all’interno di questa stratosfera: quella della SCCR“SolarCircleConcentricRadiation” e quella della grotta.

Intendiamoci continuerò sempre a rifornirmi, energia permettendo, a tutte le stazioni di rifornimento insieme. Proporrò sempre la sinergia di azione come modalità principale, ma non sempre si ha la “birra”, per poter fare tutto e in questo caso ai primi posti vanno queste due stazioni.

Ho dato molti riferimenti per la creazione che non dovrebbe più comportare problemi, ma solo nel caso che si sia già giunti ad ottimizzare una sufficiente coesione del corpo esterno e soprattutto sia stato superato l’orizzonte degli eventi dove l’MCS non oppone resistenza e dove l’azione di creazione viene effettivamente messa in campo. Fino ad allora la mente, con la sua vocina o vociona, fate voi, vi fornirà una serie infinita di scempiaggini utili soltanto a non far mai accadere nulla in questa direzione, e anche quando ci si ponesse in campo per attuare qualcosa, sempre lei, saprà come smontare i proponimenti e i gesti più volenterosi, quindi in questo caso indico sempre di continuare a leggere e ad attendere il successivo turno dove ci si sarà maggiormente caricati per effettuare il prossimo tentativo. Non appena accadrà qualcosa di rilevante, che accadrà…, ci potete giurare, allora i fatti prenderanno una piega differente. Ci saranno sempre i soliti noti a disturbare e intendo le barriere mentali, ma saranno meno tossiche, un tantino…, poi ancora meno…, un altro tantino e così via. Come credete che abbia fatto io, soltanto che ho dovuto patire di più perché non ho avuto una spinta. Così stanno le cose, però essere in trincea ha anche dei vantaggi e non solo quelli di vedere che chi ti supera non ha avuto i tuoi sgambetti.

Non fateci molto caso, ma questo che attuo è un modo di parlare, che esorcizza quello che potrebbe capitarvi e che confido vi renda più coriacei. Magari già lo siete…, coriacei, però credo che non guasta mai fare del proprio meglio, sempre, senza dare nulla per scontato.

Ho avuto da poco un commento proprio sulla creazione della grotta: vi riporto sia il commento che la risposta e credo ci siano ulteriori dati significativi utili per tutti.

top1

Commento

Salve Rivoevosofia, dal post 27 seconda parte è notevole e ben trasmesso il senso che la grotta è strutturata come nucleo e fonte dell’energia ed è molto chiaro che sia avvenuta una modifca in questa fase evolutiva. Quello che mi sfugge sono i passaggi per la creazione del WESR, ovvero della polla (grotta) e come collegare tutta la massa gassosa, composta da energie e la procedura di assorbimento. Diciamo che le domande sono tante e le porte sono aperte grazie.

Risposta di Rivoevosofia

Belli e molto utili i commenti che possono servire a  tutti. Saranno il sale dell’evoluzione se e quando ne verranno altri, perchè mi darà modo di approfondire gli argomenti anche direttamente sui post. Poi mi fanno rendere conto di quello che può sfuggire a voi che leggete, anche perché posso non averlo enfatizzato bene, oppure perché è stato necessariamente spalmato, visto che riporto le esperienze energetiche che mi accadono ogni volta che posso o che riesco. In questo caso i dati per la grotta sono stati spalmati e si trovano sicuramente, ma ormai dopo oltre 60 pubblicazioni non è semplice riorganizzarli.

Comunque non è affatto difficile sempre che si sia iniziato ad effettuare le prime linee di creazione con il corpo esterno HISB. Ovvero un cacciatore rivoevosofico deve iniziare a fare le sue creazioni, prendendo dimestichezza con il trattare l’energia direttamente. Inizialmente sarà poco coeso all’esterno, poi con la ripetizione costante dei portali, gli woho, questi acquisiranno marcatura e daranno modo di capire quali sono i termini di creazione, perché sono proprio loro che corroborano ogni volta la coesione. Nel fare ripetutamente un atto energetico questo acquisisce consistenza e si rende energeticamente neurosensoreale.

Riguardo alla grotta, si parte dalla creazione di una polla, un buco nel terreno, come fosse un’apertura che scende nella terra in cui ci si può immergere con il corpo. Scegliete prima un posto che vi piace, adatto a voi per come vi sentite, prendetelo dalla realtà o dal sogno, oppure formatene uno che vi aggrada, come farebbe un architetto informatico. Poi realizzate un gas capace di mantenervici in sospensione, ma tenete presente che l’HISB è energetico e può divenire leggero come decide. La mia grotta si trova molto più a fondo dell’entrata nella polla, e ci si arriva volutamente, scendendo nelle viscere della terra. Comunque non scendo oltre i 10 metri prima che la grotta si stagli in tutta la sua bellezza diafana. E’ più alta di me in piedi, quindi la sua imboccatura supera i 2 metri, poi scende gradualmente tipo mansarda e non credo che lo spazio complessivo superi i 50 metri quadri. L’ambiente della grotta va creato assorbendo ripetutamente le caratteristiche energetiche messe negli ultimi post. Anche in queste due parti avrò sicuramente messo qualcosa.

Ora, mi chiedo, se fossi al vostro posto come farei? Mi munirei di carta e matita, poi percorrerei gli ultimi post soffermandomi e segnando il punto dove si parla della grotta. Tornerei poi a leggere ripetutamente i pezzi che riguardano polla e grotta, prendendo succinti opportuni appunti per me significativi. A questo punto lascerei stare e nell’occasione delle pratiche di coesione rimuginerei su quello che ricordo e sulle sensazioni che sono scaturite da quelle precedenti valutazioni, poi inizierei a fare i primi tentativi, ma potrei avere la sorpresa che qualcosa accada senza che debba prendere una decisione forzata. Partita la mappa iniziale, si potrebbe presentare una variante della grotta, qualcosa di diverso da quello che avete letto, ma attinente. In quel momento dovreste assorbirlo ed attuarlo. Perchè l’energia funziona in questo modo e Rivoevosofia, tra l’altro, è anche questo.

Spero di essere stato utile, ma se tu ed altri continuate ad interrogarmi e mi aiutate ad occuparmi con maggiore pertinenza alle vostre richieste, io posso migliorare, e tutti noi possiamo andare.

Farò sempre del tutto per rendere accessibile l’energia, poi qualcuno lo farà per me. Un saluto a te e a chi ti leggerà…,  da Rivoevosofia.

Prima di chiudere questa quarta parte.

Colgo l’occasione per indicare che Rivoevosofia tratta l’energia e non le strutture e le specializzazioni del riferimento-logico. In Rivoevosofia il rapporto cognitivo linguistico viene spesso modificato, ma i termini di chiarimento sono sempre presenti per evitare garbugli. A fronte di questi disagi, resi peraltro minimali, viene esponenzialmente accelerata l’acquisizione della conoscenza dell’energia di questo nostro universo, ai fini dell’evoluzione individuale della specie umana, quindi di ognuno che abbia la propria rete neurale pronta ad immettere dati significativi sulla possibilità di collegarsi all’energia direttamente.

A presto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...