RES – Post.A “breve” di frattura “25.11.2013” (dal commento di un poeta)

chiaviTITOLO: Da un commento di un poeta, un vero regalo di energia, con l’indicazione che una poesia deve lasciare molto, propio nelle sue ultime strofe. La poesia, un vettore dell’MCS per l’alta intensità energetica, forse il migliore. Il nagual Don Juan l’amava… sentite…

1319963979359

“C’è tanto in questo universo, proprio sulla punta delle nostre dita”, diceva Don Juan il nagual stregone, mentore dell’autore del castanedismo, poi indicava in alcuni Poeti, in particolare César Vallejo, poeta peruviano dei primi del ‘900, la capacità di far fare un salto del pensiero nell’inconcepibile.

carlos-castaneda-ha-acquisito-fama-mondiale-c-L-FldWUG

Probabilmente l’autore del castanedismo, aveva già sentito parlare della “Singolarità”, e quello dello stregone-filosofo che amava alcuni autori di poesie, era proprio un altro modo di esprimersi su quella linea. Nella “saga” questo appariva come un vezzo dello stregone, ma oggi sappiamo che in realtà, quell’autore, indicava l’energia e spesso ripeteva che in fondo si trattava di avere energia, poi non avendo ancora capito come rifornirsene indicava come fare per non disperderla. Ricordo che faceva sistemare i suoi guerrieri al tramonto e gli faceva guardare il sole mentre se ne andava. Quei guerrieri disposti in linea orizzontale indossavano un cappello a faglia larga e tenevano gli occhi socchiusi mentre muovevano la testa da destra a sinistra per acquisire energia dai raggi del sole morente facendola passare dagli occhi. Purtroppo quei raggi donavano molto poco.

Quel salto del pensiero nell’inconcepibile, dello stregone yaqui Don Juan, che appartiene al software dell’MCS, la mente collettiva di sistema, alle prese con il suo ultimo modernizzatore sul rapporto con i sogni, le magie e l’energia, quindi con l’evoluzione biologica, è ora portato passo passo verso l’evoluzione energetica individuale dalla RES.

1757489757

Dalla poesia e da altro simile,

nessun salto.

L’alta intensità energetica

va perseguita

con ogni mezzo.

Si monta su un vettore

di qualità, meglio sopraffina

e si procede…

dalla meraviglia

di quel regalo.

Buon lavoro e buona lettura di poesie di qualità umanistica, cercate comunque quelle che vi lasceranno qualcosa e rileggetele muovendo energia, specie se sopita. Leggete poesie che toccano la sfera dell’organismo fisico, e lo aprono, e lo espandono dopo averlo concentrato, proprio come fa la FO.gt, la forza oscura gravi.traente, di questo universo alle sue galassie. Ora il balzo del pensiero nell’inconcepibile dello stregone non è più necessario ed è sufficiente incamminarsi verso la propria evoluzione energetica individuale. Tutto può infine procedere senza fermarsi…, ed andare oltre.

Da Rivoevosofia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...