RES – Post n° 2 del 18.9.2013

Titolo: assumere un morphing…, un’esperienza interessante dalle molteplici peculiarità, ottenuta sul campo e riversata a poche ore di distanza.

Oggi stavo applicando l’elettromagnetismo degli wormholes nelle zone del mio organismo “BOSN”, dove si concentra maggiormente l’attività degenere.

Spesso quando faccio questa operazione mi trovo già in un’area neurosensoriale creata precedentemente. Infatti dispongo ormai di molti WESR“WorldEnergetic SensorialReality”, delle realtà separate dove posso vivere con il mio corpo sensoriale che in Rivoevosofia si chiama HISB“HighIntensitySensorial Body”, quindi da come si evince le applicazioni di elettromagnetismo sincrotronico che la mia rete neurale è in grado di elaborare, vengono effettuate in questo corpo. Con questo tipo di radiazioni, sto continuando a vivere e tanto per comunicare a te e a tutti quelli che mi stanno seguendo, non sto sfruttando mamma natura, ma mi vado a rifornire direttamente di questo tipo di energia, fatta di particelle elementari forza a massa zero, quindi di energia e sempre per il piacere di comunicare con voi, nel frangente indicato, mi trovo in un WESR dove da un po’ di tempo sono solito andare, quindi ci arrivo velocemente con una procedura facilitata dalle iterazioni. Si tratta di un sito lacustre molto fornito e frequentato, con spiaggette e un bar che offre gelateria e tanto altro, curato da due miei dipendenti. Sempre solitamente mi dispongo in retro su di un tappeto disposto sopra una pedana fitta fatta di legno “iroko”, quindi durissimo color palissandro e ancora sempre solitamente attendo l’arrivo della mia tigre del bengala che mi raggiunge per mezzo di uno wormholes lasciato aperto a sua disposizione. Avrò modo di parlare più diffusamente di questi mondi creati energeticamente dal mio corpo sensoriale, dove posso vivere, probabilmente come accadrà nel futuro con la realtà virtuale o seconda realtà, proprio come viene descritta dallo scienziato informatico singolaritarista Ray Kurzweil, nel suo libro “The Singularity is near””.

Tornando a prima, dicevo che stavo effettuando queste procedure energetiche quando ascolto come da lontano la conversazione telefonica di mia moglie con un familiare che si trovava in forte difficoltà, visto che consideravano la possibilità di un intervento al pronto soccorso. Una forte situazione cefalalgica con difficoltà respiratoria creava questo problema, quindi rientro dal profondo stato di concentrazione e assunta la telefonata indico a P. di distendersi a gambe allungate sul divano o sul letto, quindi di non fare nulla o interferire in alcun modo ascoltandomi senza rispondere, poi effettuo una procedura di alcuni minuti e mediante il solo impiego di parole a bassa voce strutturo un percorso energetico sul suo corpo sbloccando la situazione. Chiudo il telefono lasciando P. nel suo stato soporifero di recupero, per risentirla più avanti.

La RES, tra l’altro, addestra i suoi hunters rivoevosofici anche a queste eventualità e la procedura non è tanto difficile quanto energetica, quindi si deve essere in buone condizioni, poi si tratta di manipolare gli spostamenti in HISB attivando il morphing della forma energetica necessaria e procedere alle operazioni di recupero dell’oggetto delle proprie attenzioni.

Indubbiamente si tratta di procedure molto semplici da attuare ma la cui comunicazione tecnica passo-passo è particolarmente laboriosa, quindi mentre pavento questa possibilità, allo stesso tempo chiedo di avere pazienza perché lo sviluppo richiederebbe un post tipo papiro del tutto inopportuno in questo momento iniziale dove è bene che i fatti presentati, a volte complessi, siano il più possibile snelli. E’ mia intenzione procedere gradualmente nel presentare le innumerevoli possibilità che possono essere raggiunte quando si dispone del potere di collegarsi direttamente all’energia della sorgente.

“Sono tutti fatti che conosco bene e quello che faccio lo possono bene fare tutti. Dopo migliaia di anni adesso abbiamo alla portata fatti dapprima solo casuali, perché non corrispondenti a delle mappe precise di comportamento, le MEC. La Rivoevosofia me le ha consegnate e prima possibile saranno nelle reti neurali di tutti quelli che seguono. Una mappa specifica i passi, senza vuoti da colmare, quindi nessun problema, ma tanto fascino…, è questa la via energetica”.

Rammento un particolare accaduto circa 20 anni or sono quando in Clinica Villa Europa insegnavo le tecniche di controllo del dolore a delle partorienti, pizzicandole con forza all’interno dell’avambraccio per procurargli un dolore acuto indicandogli subitaneamente come fare per renderlo ovattato all’istante. Impiegavo allora un comportamento e una voce che veniva indicata come ipnotica e questo fatto veniva accettato di buon grado perché andava sempre a buon fine, poi un pomeriggio accadde di avere una partoriente del tutto sorda e dovetti impiegare la tecnica basandomi sul solo sguardo senza il suono della voce. Andò a buon fine anche in quel caso e posso dirvi che allora impiegavo tecniche che non potevo spiegare e oggi non sono posso spiegare quelle tecniche ma esse si sono grandemente implementate ed evolute energeticamente. Ebbene le MEC tolgono i misteri e le rendono disponibili a tutti, sempre che se ne sia interessati.

Se avrete la bontà di seguirmi senza perdere i collegamenti potrò aprirvi scenari multipli di incredibili possibilità e quello che è bello, tutte dico tutte alla vostra portata, perché mentre nell’addestramento della mente collettiva di sistema, l’MCS, tutto è meritocratico o demeritocratico, il software rivoevosofico di addestramento al collegamento diretto con l’energia prevede la sola iterativa applicazione fino alla sua significatività, quindi è un addestramento che elude ogni necessità di essere dei geni, dei capaci, degli intelligenti o in qualche modo dei particolarmente dotati e se siete nel novero di questi, non vi preoccupate riuscirete ugualmente. E’ solo sufficiente essere neuralmente “diversamente abili” ad assumere le infinite possibilità che vi si presenteranno davanti, nonostante l’incidenza oppressiva della mente il cui addestramento prevede di interferire in tutti i modi per assumere il controllo, rendendo ridicolo ogni vostro atteggiamento che non vada nella sua linea preinstallata, insinuando dubbi ed incertezze con sensazioni di scherno al vostro amor proprio.

Un amor proprio, una presunzione ed una importanza personale su cui la mente collettiva di sistema fonda l’olocausto dell’intera specie umana. A presto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...